Home Prima Pagina Francesco Mininni della Checkmat San Benedetto medaglia di bronzo al Campionato mondiale...

Francesco Mininni della Checkmat San Benedetto medaglia di bronzo al Campionato mondiale di brasilian jiu jitsu

309
0

SAN BENEDETTO – Francesco Mininni della Checkmat San Benedetto ha conquistato la medaglia di bronzo al campionato mondiale di brasilian jiu jitsu disputato ad Abu Dhabi.

L’atleta pugliese non è riuscito a confermare il titolo iridiato che aveva conquistato lo scorso anno, ma è comunque soddisfatto per essere salito sul podio mondiale.

“Sono contento del risultato ottenuto a questo World Pro Master – ha dichiarato Mininni – avrei preferito salire sul gradino più alto, ma non sempre si può vincere. Lo sport insegna a perseverare, a prendere le sconfitte come punto di partenza ed è ovvio che serve tanta forza mentale più che fisica. Grazie a Dio sono comunque riuscito a portare a casa una medaglia di bronzo in un palcoscenico mondiale, dove erano presenti oltre cinquemila atleti, provenienti da tutto il mondo, tutti agguerriti e di livello altissimo”.

Il titolo mondiale è andato al russo Anatoly Abramov della Kristian Cestaro Jiu Jitsu Association, mentre la medaglia d’argento è andata all’altro atleta russo, Roman Chechun, che gareggiava per la stessa società sambenedettese di Mininni.

“A mente fredda sento di aver dato tutto me stesso per questo podio – commenta ancora – è ovvio che l’anno prossimo tornerò per strappare il titolo, mentalmente sono già proiettato a quello”. Ma la stagione dell’atleta rossoblù non è terminata qui.

“I prossimi impegni in vista sono il titolo italiano a fine mese a Milano, una tappa del prossimo circuito mondiale a Barcellona a metà dicembre, poi il titolo europeo a metà febbraio e nel frattempo avrò altri impegni ai quali saprò farmi trovare pronto. Ringrazio Dio, la mia famiglia – ha poi concluso – i miei maestri Rodrigo Silva e Juninho Crivellari, il preparatore atletico Mattia Gargano, il fisioterapista Gianni Gialluisi e i manager Giacomo Tronelli e Pasquale Giancaspro”.