Home Senza categoria Ascoli, Domani la Festa Internazionale della Croce Rossa

Ascoli, Domani la Festa Internazionale della Croce Rossa

554
0

8 MAGGIO, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA CROCE ROSSA E MEZZALUNA ROSSA.
Due gli impegni della CRI ascolana – 8 borse di studio ed una maratona artistica solidale

Con la consegna della bandiera al Sindaco Marco Fioravanti, Ascoli Piceno vuole festeggiare la festa internazionale della Croce Rossa con una serie di eventi che mettono al centro la persona .

“Quest’anno per la festa del 8 maggio – ha dichiarato la Presidente Cristiana Biancucci – la Cri di Ascoli vuole promuovere la centralità della persona e le azioni  dei volontari che si basano sui  Principi fondamentali che guidano ogni giorno le azioni del nostro Movimento. Umanità, Imparzialità, Neutralità, Indipendenza, Volontariato, Unità e Universalità. L’8 maggio per celebrare la nascita di Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa, 160.000 volontari CRI in tutta Italia festeggiano la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa: un’occasione per sottolineare la forza dell’unione tra persone che aiutano persone, sia durante le emergenze più visibili sia nel silenzio della vita quotidiana.

Quest’anno la Croce Rossa Italiana comitato di Ascoli ha voluto coinvolgere l’arte con una maratona solidale in favore della CRI di Ascoli. Un tributo al bello in questo momento difficile e buio in cui  l’arte potrà aiutarci.

Attraverso la consegna della bandiera, la Croce Rossa vuole veicolare il proprio messaggio umanitario e di supporto in favore delle persone che si trovano in difficoltà, gli invisibili delle nostre comunità, i più vulnerabili, coinvolgendo l’istituzione regionale nel poter creare quelle sinergie fondamentali per raccogliere le tante sfide dei nostri tempi, che necessitano di urgenti ed imprescindibili interventi di supporto e vicinanza alla popolazione, soprattutto in questo difficile momento.

Un gesto semplice, ma significativo che vuole rappresentare – ha proseguito  la Presidente della CRI di Ascoli Piceno – la volontà di costruire percorsi sempre più condivisi con le Istituzioni a favore delle comunità che serviamo. In occasione della settimana della festa della  Croce Rossa abbiamo dato vita a due iniziative legate al mondo dell’istruzione e dell’arte. Grazie ad una donazione veranno bandite 8 borse di studio da destinare agli studenti delle scuole della terza classe della scuola secondaria.

Oltre a cio è partita una maratona solidale artistica possibile seguire su FB  a cui hanno aderito artisti locali e non . Un tributo per la festa internazionale della CROCE ROSSA si potrà contattare il numero 342178392 e  scegliere un’opera facendo  una donazione alla CRI  ascolana finalizzata all’acquisto di presidi sanitari COVID 19 .

“Sin dall’inizio della pandemia, rispetto alla quale i nostri Volontari e Volontarie sono in prima linea senza sosta, abbiamo avuto modo di apprezzare il grande sostegno e l’apporto del mondo della cultura al nostro operato. L’arte in questo periodo di isolamento è un potente antidoto, capace di alleggerire i nostri pensieri. È un sigillo di identità che restituisce senso alla nostra esistenza che in questo momento è sospesa’. Ringrazio tutti gli artisti che hanno messo a disposizione la loro creatività  per il grande impegno e la sensibilità dimostrata. Insieme ce la faremo”. Ha concluso Cristiana Biancucci, Presidente della Croce Rossa Italiana di Ascoli Piceno.

Oltre 15  pittori e scultori del piceno e dal resto dell’Italia, persino da Bergamo,  hanno supportato l’iniziativa solidale uniti per l’Umanità. La generosità degli artisti, vuole sostenere l’incessante lavoro della Croce Rossa Italiana.

La Croce Rossa ringrazia tutti gli artisti che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa, donando le proprie opere. Molti di loro, costretti in casa o nei propri studi, inventano nuove opere o realizzando alcune ad hoc per descrivere il momento che stiamo vivendo, rivelando il loro volto più umano e solidale attraverso donazioni La bellezza salverà il mondo e ci invita ad una riflessione  attenta sull’arte di vivere. Perché non c’è niente come la bellezza in grado di attraversare i secoli, smuovere le coscienze, parlare un linguaggio universale nel tempo e nello spazio.