domenica, Maggio 29, 2022
HomeCultura & Spettacolo Ascoli Piceno e ProvinciaAscoli, Ritratti d’Artista:”Felici e soddisfatte, grazie al supporto della comunità”

Ascoli, Ritratti d’Artista:”Felici e soddisfatte, grazie al supporto della comunità”

La città di Ascoli Piceno ha ospitato dal 4 al 25 luglio 2021 la IV edizione della rassegna internazionale di danza sperimentale RITRATTI D’ARTISTA – percorsi danzati accogliendo la serata di apertura della manifestazione nel cuore della città presso il Chiostro di S. Francesco e le residenze artistiche in programma nella suggestiva Chiesa di S. Andrea.

La rassegna è stata realizzata dall’Associazione Culturale Being in Motion insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, col patrocinio e contributo del Comune di Ascoli Piceno / Assessorato alla Cultura, con il contributo della Regione Marche, in collaborazione con Studio Aira e AMAT, col sostegno dell’agenzia di comunicazione Hammer Design Brand Experience che ha realizzato l’immagine grafica della rassegna.

Quest’anno il tema della rassegna è stato STRATEGIE MOBILI: la strategia come arte e scienza di creare un piano d’azione per dare forma ad un processo creativo attraverso l’interazione. E l’esplorazione artistica ha ruotato attraverso l’improvvisazione intorno al movimento in relazione alla musica e alla voce.

La rassegna si è articolata in quattro serate aperte al pubblico, tre laboratori residenziali, tre incontri con gli artisti; ha prodotto tre performance come esiti finali dei laboratori; ha ospitato 19 artisti (12 danzatori, 6 musicisti, 1 performer) di cui due stranieri, coinvolgendo nei laboratori 20 partecipanti.

Durante la serata di apertura della rassegna i giovani danzatori Agnese Gabrielli, Silvia Capponi, VeronicaVagnoni, Nicolò Giorgini e Marco Casagrande hanno realizzato delle installazioni danzate all’interno del Chiostro di S. Francesco; e a seguire Freddy Drabble(UK) ha guidato il pubblico, fornito di cuffie per l’ascolto della musica, in una emozionante Free Dancesu postazioni fisse.

Nelle tre settimane della rassegna si sono succeduti alla guida dei laboratori la danzatrice Manuela Bondavalli(Brescia) insieme al musicista Ludovico Peroni (Montappone – FM) che ha coinvolto nella performance finale 5 membri della sua band: Mattia Borraccetti, Federico Chiarofonte, Riccardo Chinni, Matteo Ciminari,  Daniele Gherrino; a seguire Laura Gazzani(Civitanova Marche) in residenza tre giorni con i membri della sua compagnia Elena Sgarbossa, MelaniaPallini e Aurelio Di Virgilio; e a concludere i fondatori di Company Blu Alessandro Certini (Sesto Fiorentino – FI) e Charlotte Zerbey (USA).

I 5 conduttori dei laboratori, in base al format della rassegna, hanno tracciato il proprio ritratto artistico attraverso una trasmissione didattica, la realizzazione di una performance e un dialogo con il pubblico subito dopo il momento performativo.

A cogliere nel tempo tutti questi accadimenti è stato un percorso fotografico e di ritrattistica realizzato, come nelle due edizioni precedenti, da Marco Biancucci di F x Fake Comunicazione Visiva che ha curato inoltre la nuova versione della mostra fotografica ‘Corpi in dialogo’ composta da una serie di dittici realizzati con immagini dell’edizione 2020.

La Direzione artistica e organizzativa è stata a cura di Maria Rita Salvi e Maria Angela Pespani con il supporto di Cecilia Ventriglia, Luana Milani e Paola Petrucci:

Siamo felici e soddisfatte per queste tre settimane che hanno dato vita ad una vera festa della danza in città. Una ventata di internazionalità che ha aperto cuori e menti. Anche quest’anno sono avvenuti incontri importanti che porteranno a progetti da sviluppare in futuro e avremo cura di mantenere vivi i contatti che abbiamo stabilito con le persone partecipanti. Siamo altresì toccate da come cresce la rete di supporto della comunità di Ascoli che si è mossa per offrire ospitalità agli artisti. E’ nostra volontà creare nel sud delle Marche una sinergia di artisti che si occupano di danza di ricerca al fine di sviluppare una cultura intorno all’Arte della danza legata alla contemporaneità. L’unione fa la forza e per crescere abbiamo bisogno di mettere insieme idee, intenti, volontà, energie. Siamo proiettate già verso i nuovi passi da compiere soprattutto in vista di ‘Ascoli Piceno Capitale della cultura 2024. Ringraziamo in particolare l’Assessore alla Cultura di Ascoli Piceno Donatella Ferretti per il sostegno, la fiducia, la presenza e le parole che ci ha regalato nella serata finale”.

Foto di Marco Biancucci

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'