Home Cronaca Ascoli, Giovanni Gostoli, candidato alla Segreteria del Pd Marche visita il Piceno

Ascoli, Giovanni Gostoli, candidato alla Segreteria del Pd Marche visita il Piceno

264
0
Il Presidente della Provincia, Angelo Fabiani, Giovanni Gostoli e Matteo Terrani

Giovanni Gostoli, candidato alla Segreteria del PD Marche, ha iniziato ieri la sua visita al Piceno, facendo tappa inizialmente a Montegallo, il Comune più piccolo colpito dal sisma nelle aree interne in provincia di Ascoli Piceno. Insieme al Sindaco e neo presidente della Provincia, Sergio Fabiani, e al segretario provinciale del Pd, Matteo Terrani.

“È la realtà alla quale abbiamo dedicato la raccolta fondi della Festa de l’Unita di Pesaro 2016. Una comunità straordinaria”, afferma Gostoli.

Gli ultimi due anni la Regione ha dovuto affrontare la più grave emergenza dal dopo guerra ad oggi. Le scosse sismiche che si sono succedute dal 24 agosto 2016 hanno provocato 32 mila sfollati, oltre un milione di macerie da rimuovere e 101 mila edifici danneggiati con richiesta di sopralluogo, 13 miliardi di euro i danni stimati. Un evento che ha cambiato la legislatura.

A un anno e dieci mesi dall’ultima grande scossa, 18 gennaio 2017, passo dopo passo le comunità sono rientrate nei comuni di appartenenza e si sta costruendo il tessuto economico e di servizi. Sul fronte delle macerie le Marche possono vantare una buona gestione di questo percorso: oltre la metà sono state raccolte, da dicembre non sono più sulle strade ma solo da demolizione, il 99% è in avviato recupero e riutilizzato. L’Aquila per fare gli stessi numeri ci ha messo cinque anni.

Completata l’emergenza, ora lo sguardo della Regione Marche è tutto rivolto alla ricostruzione. 1550 i cantieri della ricostruzione partiti. La sfida è quella di mettere a sistema fondi e risorse e lavorare con il Governo per chiedere strumenti di semplificazione per velocizzare i percorsi. Lavoro, sviluppo e infrastrutture sono la premessa che permetterà alle persone di tornare a ripopolare quelle aree.

E’ stata la più grande catastrofe che ha segnato le Marche insieme alla crisi economica. Oggi è il più grande cantiere d’Europa. Dobbiamo trasformare un dramma che ha segnato questi anni in una grande opportunità per il futuro. Riorientando politiche di sviluppo per un nuovo modello economico capace di rilanciare le Marche.

La visita del giovane candidato alla segreteria regionale del Pd Marche si è conclusa ad Ascoli, nella splendida piazza Ventidio Basso, cornice della kermesse politica autunnale organizzata dal Pd provinciale del piceno.

Conclude Gostoli “Per rammendare il territorio le Marche al plurale dovranno ritrovarsi in una visione unitaria di rilancio con un drastico cambio di mentalità per fare sinergie vincenti. E’ quanto mi ha ispirato oggi il viaggio nel Piceno. Rendere protagonista questo territorio significa rilanciare un’area di crisi, favorendo occasioni di contaminazione tra imprese; puntare all’agroalimentare come punto di forza per la notorietà di alcuni prodotti e la loro carica emozionale; guardare all’immediato futuro in quanto l’anno 2019 è alle porte ed indica nel Turismo Lento un appuntamento che l’area dei Sibillini non può mancare. Sono solo alcuni dei tratti che qui vi riporto per ripensare ad un territorio ferito ma che dovrà ritrovare la sua fierezza, già storicamente riconosciuta nello stemma della Regione, il picchio, simbolo dell’intera comunità regionale. Aiuteremo il Piceno ad essere simbolo di rinascita per le Marche”.