Home Ascoli Calcio Ascoli Calcio, Via al raduno con il DS Tesoro e mister Zanetti...

Ascoli Calcio, Via al raduno con il DS Tesoro e mister Zanetti che fanno il punto sul mercato

331
0
(Il DS Tesoro e l'allenatore Zanetti in conferenza stampa)

Nella tarda mattinata di oggi, presso l’Hotel La Corte del Sole, si è svolto il raduno dell’Ascoli 2019/20, durante la quale sono stati elencati i 22 calciatori che saranno convocati. Ad accompagnarli il Presidente Tosti, il DG Lovato, il DS Tesoro e Mister Zanetti col suo staff, che ha fatto proprio oggi la sua prima uscita pubblica di fronte a fotografi, cameraman e giornalisti.

Dopo essersi concessi ai fotgrafi, il DS Tesoro e il tecnico Zanetti, hanno tenuto una conferenza stampa per fare il punto sul calciomercato bianconero.
Queste le parole del DS:
“Fra i volti nuovi ci sono Said, Petrucci con cui abbiamo raggiunto l’accordo e che sarà ufficializzato in giornata, Fulignati, Diop, Vignati. C’è anche Di Francesco su cui puntiamo tanto. Castellano, Kupisz, Ganz e Ngombo sono, invece, i nomi in uscita. Laverone è il primo dei rinnovi, oggi, incontreremo Troiano e Valentini. Con Murawski e i suoi agenti c’è l’accordo, stiamo solo aspettando l’estromissione ufficiale del Palermo per poi ufficializzare il tutto. Stiamo trattando anche Scamacca e non è un’operazione così scontata come è stato scritto, il ragazzo ha dato il suo ok, ma mancano gli accordi col Sassuolo. Siamo ad ottimo punto con Brlek e con Piccinocchi. Per Pucciarelli, invece, non c’è nessuna trattativa. Paulinho? C’è ancora una possibilità di acquisirlo ma più passa il tempo e meno ci credo. Beretta? Non è qui oggi perché è ancora alle prese con i postumi del problema alla caviglia, ma si unirà al gruppo”.

Il Direttore Sportivo si è soffermato con parole di rispetto e gratitudine nei confronti di Padella che andrà al Vicenza: “Lele è un ragazzo assolutamente eccezionale, mi è capitato di conoscere pochi come lui, è stato sempre positivo, un ragazzo meraviglioso e un giocatore importante per l’Ascoli; abbiamo fatto scelte, ha preferito un’altra via professionale e non potevamo negargliela, lo ringrazio per quanto fatto e spero in futuro di poter avere a che fare con lui”.

 

E’ stato poi dedicato uno spazio a Zanetti che, oltre ad esprimere il proprio desiderio di riportare in alto l’Ascoli, ha commentato il mercato dell’Ascoli:
“Col Direttore ci sentiamo continuamente, c’è piena sintonia, sta facendo un ottimo lavoro, si sta occupando dei rinnovi dei ragazzi che hanno fatto bene lo scorso anno, siamo ancora un cantiere aperto, ho tanti giovani interessanti da valutare, a fine ritiro farò il mio report sulla squadra”.
Alla domanda su chi avrebbe ereditato la fascia di capitano lasciata da Padella, ha risposto così:
“Quella del capitano è per me una figura importante, ci sono due o tre ragazzi che hanno gradi e personalità per ricoprire questo ruolo, ma, al di là dei nomi, voglio conoscere bene le persone, voglio che il capitano rispecchi le mie idee e la mia mentalità, tutti aspetti che capirò in queste due settimane di ritiro”.
Mister Zanetti si è detto, poi, entusiasta per questa nuova avventura: “Ho contato i giorni che mancavano per arrivare ad oggi, per me è una grandissima opportunità e voglio trasmettere ai ragazzi l’importanza dell’opportunità che hanno di giocare in una piazza straordinaria come questa. Per gli avversari venire a giocare ad Ascoli sarà dura, voglio portare l’Ascoli in alto, non voglio fare proclami, ma posso promettere che darò per l’Ascoli tutto, darò la vita, dedicherò la metà del tempo alla mia famiglia e l’altra metà all’Ascoli; questo è il mio concetto di lavoro”.