Home Ascoli Calcio Ascoli Calcio, 2 a 0 al Trapani. Scamacca “regala” il Ferraris di...

Ascoli Calcio, 2 a 0 al Trapani. Scamacca “regala” il Ferraris di Genova ai propri compagni.

169
0

Domenica 18 agosto è il giorno in cui l’Ascoli Calcio può giocarsi non solo il passaggio del turno in Coppa Italia, ma il biglietto d’ingresso per uno dei “palcoscenici calcistici” più suggestivi d’Italia, lo stadio Ferraris di Genova. Per permettersi di varcare l’erba del campo ligure sarà necessario avere la meglio contro la formazione del Trapani giunta al “Del Duca” con lo scopo di superare il terzo turno eliminatorio di Coppa Italia contro un Ascoli che proviene da un’ottima vittoria per 5 a 1 ai danni della Pro Vercelli. Al contrario del Trapani presente con 6 tifosi alle spalle, i bianconeri possono contare su un grande numero di tifosi tra i quali spicca il gruppo organizzato “Ultras 1898” al ritorno dopo i due match di silenzio per sciopero nei confronti dei daspi assegnati dalla lega ad alcuni tifosi ascolani.                      Zanetti manda in campo Lanni (Capitano in mancanza di Ardemagni che parte dalla panchina per motivi tecnici); Valentini; Pucino; Cavion; Petrucci; Scamacca; Da Cruz; Chajia; Ferigra; Gerbo e Laverone in risposta ai granata che scendono in campo con Dini; Da Silva; Pagliarulo; Taugourdeau; Ferretti; Aloi; Evacuo; Jakimovski; Luperini; Cauz e Golfo che seguiranno le indicazioni del proprio allenatore Mularoni.

Fischio d’inizio alle ore 20:30 con l’Ascoli alla battuta e all’attacco da destra verso sinistra, mentre i tifosi bianconeri subito fanno sentire la propria presenza con cori ad alto volume dalla Tribuna Est “Mazzone”. Partita subito accesa con l’Ascoli che più volte buca la difesa granata senza però trovare l’occasione giusta per passare in vantaggio. Bianconeri che continuano ad attaccare e soprattutto ad innervosire la retroguardia del Trapani costretta, al minuto 9’, a fermare Chajia con un fallo “guadagnando” il primo cartellino giallo della serata. Punizione battuta bene da Gerbo che mette in difficoltà il portiere, il quale respingendo male favorisce Scamacca che butta la palla in goal fermato però dalla segnalazione di fuorigioco. Risponde il Trapani al 22’ con un’ottima conclusione da fuori di Taugourdeau che però viene neutralizzata da Lanni che ci mette il guantone e la spinge in calcio d’angolo permettendo la ripartenza dei bianconeri dopo la battuta dello stesso. Prima parte di gara negativa per la retroguardia del Trapani che continua a subire imbarcate dall’Ascoli continuamente fermato con interventi non troppo regolari e sanzionati non solo verbalmente dal Sig. Calvarese, ma si continua a rimanere sullo 0 a 0. Passano pochi attimi per assistere ad un’incredibile occasione per l’ascoli di Zanetti che non riesce a passare in vantaggio grazie ad una prodezza del portiere del Trapani che compie il miracolo sulla conclusione di Cavion nata da un rimpallo favorevole al bianconero. Termina il primo tempo dopo ultimi minuti regnati da un sostanziale equilibrio accompagnato da un fitto possesso palla alternato tra le due squadre che ancora non riescono a prevalere una sull’altra.

Inizia il secondo tempo e subito si notano dei movimenti tra le fila dell’Ascoli che lasciano pensare ad una sostituzione anche se la squadra rientrata in campo presenta gli stessi giocatori e la stessa forza di volontà espressa subito con una buona conclusione di Da Cruz che termina di poco alta. Bastano tre minuti all’Ascoli e soprattutto al numero 9 Scamacca per spiccare il volo e spingere il pallone del vantaggio in rete. 1 a 0 per l’Ascoli. Dopo il goal del vantaggio, i bianconeri, guadagnano la sicurezza necessaria a controllare il gioco e subito si vede con l’ennesima incursione del numero 18 che supera il centrocampo per poi servire erratamente Scamacca che vede il pallone scorrere troppo lontano dai propri piedi. Ascoli forte sia in campo che sugli spalti con i tifosi che “ruggiscono” ininterrotamente in difesa dei propri beniamini. Si abbassa un po’ il ritmo ma l’Ascoli continua comunque a spingersi in avanti in cerca del raddoppio con non poca difficoltà colpa degli errori in fase di smistamento e di alcune incursioni granata che impensieriscono l’estremo difensore Lanni. Rispondono però i bianconeri che con uno scambio sull’asse Ninkovic-Ardemagni riescono a concludere portando a casa un corner gestito con precisione. Ma il raddoppio arriva poco dopo con Scamacca che finalizza un triangolo formato da Ninkovic, Ardemgani e appunto dall’autore del 2 a 0 bianconero. Scamacca in grande forma nonostante la leggera febbre accusata nei giorni scorsi. Ascoli a +2 quando mancano poco più di 10 minuti al termine della partita che si avvia alla fine con un sostanziale equilibrio dettato anche dalla stanchezza dei protagonisti che si sono spesi non poco durante tutto il corso della stessa. Con l’Ascoli al controllo termina la partita che vede i bianconeri trionfare 2 a 0 ai danni del Trapani, risultato che vale dunque come biglietto d’ingresso per la prossima gara che si giocherà al Ferraris di Genova il 4 dicembre.