Home Cronaca Ascoli, Domani inaugura ‘Gioelia’: la nuova cremeria con un investimento tutto ascolano

Ascoli, Domani inaugura ‘Gioelia’: la nuova cremeria con un investimento tutto ascolano

1316
0
Da sinistra: Stefano De Angelis, Graziano Zanchè, Dario Ciotti e Nazzareno De Angelis

INVESTIMENTO TUTTO ASCOLANO PER  CONTRIBUIRE A RILANCIARE IL CENTRO STORICO E VALORIZZARE IL RUOLO DI CORSO TRIESTE: NASCE LA NUOVA CREMERIA “GIOELIA”. INAUGURAZIONE DOMANI 8 LUGLIO

 

Nonostante uno scenario economico difficile, nella fase della  ripartenza dopo il lockdown per l’emergenza Coronavirus, ci sono ancora ascolani disposti ad investire su Ascoli e, in particolare, sull’insediamento di nuove attività in centro storico. In questa direzione  si inserisce un progetto che nasce anche come contributo all’auspicata valorizzazione e rinascita di un asse viario che in passato ha rappresentato uno dei principali punti di riferimento del cuore della città, ovvero corso Trento e Trieste.

L’idea dell’ìmprenditore Stefano De Angelis, sviluppata insieme ad addetti ai lavori come Dario Ciotti (gestore della Locanda del Medioevo), Graziano Zanché e Nazzareno De Angelis, prende ora corpo con l’apertura di una nuova attività di cremeria e gelateria denominata “Gioelia” che sarà inaugurata il prossimo mercoledì 8 luglio, con degustazione libera dalle ore 16 alle 19. 

Proprio alle ore 19 ci sarà poi il rituale taglio del nastro alla presenza del Sindaco Marco Fioravanti.

Un progetto che punta tutto proprio sull’ascolanità, partendo dallo staff (il personale sarà tutto di Ascoli) per arrivare alla scelta delle materie prime prevalentemente locali, a partire dal latte. Considerando che tutta la produzione avverrà proprio nel laboratorio di corso Trieste in maniera del tutto artigianale, alla vecchia maniera.  La produzione sarà di altissima qualità, con panna fatta a mano, così come la crema, e con fontane di cioccolata per  guarnire il cono. Ma oltre ai gelati, nel segno della tradizione a tutto campo, si potranno degustare semifreddi, torte, crepes, granite tradizionali e prodotti di pasticceria artigianale.

La sfida nella sfida, dunque,  è proprio quella di puntare sul ritorno alle cose buone del passato pensando ad un futuro che dovrebbe vedere proprio il rilancio di corso Trento e Trieste quale tassello importante nell’ambito di una strategia per la ripresa dell’economia cittadina. Non a caso, l’immagine beneaugurante scelta per promuovere la nuova attività è quella dello storico corso così come era tanti anni fa, nel suo pieno splendore.