Home Prima Pagina Calcio Eccellenza, L’Atletico Ascoli cade nel finale ad Urbania

Calcio Eccellenza, L’Atletico Ascoli cade nel finale ad Urbania

316
0

2-1

URBANIA: Ranghi, Labate, Giovanelli, Rocco, Temellini, Corsini (26’st Cerpolini), Patrignani (43’st Cantucci), Fraternali, Bozzi, Lucciarini. All.: Davide Sartini
A disposizione: Pagliardini, Cerpolini, Calabresi, Aluigi, Sema, Catani, Caselli, Cantucci, Sebastianelli

ATLETICO ASCOLI: Albertini, Nicolosi, Fabi Cannella, Gabrielli, Filipponi, Natalini (39’st Vallorani), Filiaggi (31’st Mariani E.), Raffaello, Gragnoli, Giovannini, Mariani Gibellieri (34’st Carillo). All.: Stefano Filippini
A disposizione: Di Nardo, Calvaresi, Vallorani, Felicetti, Mattei, Santoni, Nociaro, Mariani E., Carillo.

Arbitro: Sig. Omar Abou El Ella di Milano
Assistenti: Sig. D’Ovidio e Sig. Cordella di Pesaro

Reti: 7’pt rig. Filiaggi (A), 27’st rig., 37’st rig. Fraternali (U)
Recupero: 1’pt; 5’st
Ammoniti: 20’pt Rocco (U), 15’st Gabrielli (A), 17’st Mariani Gibellieri (A), 18’st Temellini (U)
Espulsi: 21’st Rocco (U) per fallo da ultimo uomo, già ammonito nel pt
Angoli: 5-6
Fuorigioco: 0-4

Note: Urbania in maglia biancorossa con pantaloncini e canzettoni rossi, portiere in completo granata; Atletico Ascoli in maglia nerazzurra con righe bianche, pantaloncini e calzettoni neri e portiere in muta arancione. Temperatura 11°C, Pioggia battente e incessante. Campo pesantissimo.
Un minuto di raccoglimento per la prematura scomparsa dell’arbitro leccese De Santis.

URBANIA – Una sconfitta alquanto immeritata quella maturata dagli ascolani sul comunale di Urbania. Una partita strana, a tratti surreale, nella quale i piceni avrebbero meritato ampiamente la vittoria. Eppure la palla, si sa, è rotonda e a metterci lo zampino sono stati i rigori, protagonisti del match.

Il primo tempo è prettamente di stampo ospite condito da numerose azioni offensive e ampi margini di manovra. Al 6′ atterramento in area di Giovannini ed il fischietto milanese opta per il penalty. Sul dischetto si presenta Filiaggi che sigla il primo gol stagionale. La reazione dei padroni di casa si palesa al 10′ con una punizione insidiosa di Fraternali che si concretizza con un nulla di fatto.

Cinque minuti più tardi è Giovannini a squarciare il campo con un azione solitaria e a metterla in mezzo per l’accorrente Filiaggi che spara a botta sicura, ma Ducci compie un miracolo e neutralizza. Al 22′ doppio salvataggio per il portiere locale, prima su Raffaello poi su Fabi Cannella che non riescono ad andare al raddoppio. A 26′ ci prova nuovamente Giovannini a bucare la rete ma trova lo stop di Ducci che non si lascia sorprendere.

Due minuti più tardi è Gragnoli ad andare al tiro ma la sua conclusione si stampa sulla traversa, prova il tap-in Giovannini ma è ancora il guardiapali biancorosso a respingere. Alla mezz’ora altra occasionissima per gli ospiti: Gragnoli serve, con una bella combinazione, Giovannini che la imprime sul primo palo. Poco più tardi Filiaggi va in rete ma l’arbitro annulla per presunto offside.

Nella ripresa il mordente offensivo dei bianconeri si fa di nuovo pungente: Giovannini in due battute tenta di insaccare il cuoio nel sacco ma trova l’opposizione di Ducci. Al 21’st Urbania in 10: fallo da ultimo uomo su Filiaggi di Temellini e padroni di casa con un uomo in meno. Al 25’st a provarci dalla distanza è Patrignani che spreca, forse, l’unica vera occasione per i suoi.

Due minuti dopo, però, l’Urbania pareggia i conti con Fraternali dal dischetto. Girandola di cambi per mister Filippini che vuole il sorpasso ma al 37’st arriva il secondo rigore per i biancorossi: di nuovo Fraternali e vantaggio dei locali. Al 42’st altro penalty, il quarto di giornata, questa volta il secondo per gli ascolani.

Dalla lunetta Giovannini becca il legno, il terzo complessivo, e non riesce a riportare in parità il match. Nei 5 minuti finali da segnalare la ghiotta opportunità per Mariani di poter acciuffare la gara in extremis ma Ducci ci mette una pezza.