sabato, Maggio 28, 2022
HomeCultura & Spettacolo Ascoli Piceno e ProvinciaA Grottammare una gigantografia in piazza Kursaal per ricordare la nascita del...

A Grottammare una gigantografia in piazza Kursaal per ricordare la nascita del poeta Franco Loi, cittadino onorario di Grottammare, scomparso nel 2021

GROTTAMMARE – Nell’anniversario della nascita di Franco Loi, avvenuta il 21 gennaio 1930, l’Associazione Pelasgo 968 di Grottammare, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, ha affisso una gigantografia sulla facciata della palazzina Kursaal, in memoria di uno dei più grandi poeti italiani, cittadino onorario di Grottammare dal luglio 2019.
Presidente del Premio letterario nazionale Città di Grottammare fino alla sua scomparsa (il 4 gennaio 2021), a Loi è intitolata la prossima edizione del concorso organizzato dalla Pelasgo 968, il cui bando scadrà il 31 gennaio.
La profonda amicizia e la grande stima che si erano instaurate tra il direttivo dell’associazione e il poeta si esprimevano anche con frequenti visite dei vertici della Pelasgo 968, il presidente Gian Mario Cherubini, il vice Giuseppe Gabrielli segretario del premio e numerosi poeti, proprio nell’abitazione milanese di Loi, condivisa con la figlia Francesca, che lo scorso anno ha partecipato in sua vece alla cerimonia di premiazione della 12^ edizione del concorso letterario, tenutasi sempre al Kursaal.
Tutti i membri dell’associazione lo ricordano con grande affetto, così come il sindaco Enrico Piergallini.

“La memoria di Franco – dichiara il primo cittadino – è impressa come un sigillo nel cuore di Grottammare. Gli amici dell’associazione Pelasgo hanno portato in dono alla città questo sodalizio prezioso di affetto con uno dei poeti italiani più importanti del secondo dopoguerra, culminato nel conferimento della cittadinanza onoraria, in un caldo pomeriggio d’estate che resterà per molto tempo nel nostro ricordo e nella storia culturale di Grottammare. In una memorabile poesia sulla morte di una persona cara, scritta negli anni Ottanta, Franco suggeriva di fare come le stelle ‘far luce far luce far luce, e poi spegnersi insieme’. La luce che Franco ha sprigionato in tutti questi anni con i suoi versi e il suo esempio ci illuminerà ancora per molto tempo la strada giusta da percorrere”.
La gigantografia di Franco Loi rimarrà esposta fino alla prossima settimana

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'