Mercato immobiliare, se non compri ora non compri più

Grande svolta per quel che riguarda il mercato immobiliare. Non c’è un minuto da perdere: o compri ora o non compri più.

Il mercato immobiliare torna a “muoversi” dopo una impasse durata oltre due anni. Questo è il momento giusto per acquistare casa. ma bisogna affrettarsi o si rischia di non riuscire più a fare il grande salto dall’affitto alla casa di proprietà.

mercato immobiliare, novità
Svolta nel mercato immobiliare/Ascoli.cityrumors.it

Noi italiani siamo un popolo tradizionalista e, per noi, avere la casa di proprietà è importante, rappresenta un traguardo. Negli Stati Uniti o in Gran Bretagna la maggior parte delle famiglie vive in affitto senza problemi. In Italia quando si decide di mettere sù famiglia, per prima cosa, si pensa ad acquistare la casa.

Non è solo una questione di mentalità e di tradizione: gli immobili, da sempre, rappresentano un ottimo investimento. In tempi di difficoltà si possono sempre rivendere o affittare. Attualmente molti proprietari si stanno arricchendo grazie al business degli affitti brevi ai turisti.

Per due anni molti hanno vissuto nell’impossibilità di acquistare casa: un po’ perché i prezzi degli immobili sono saliti alle stelle e un po’ perché le banche erano poco propense a concedere finanziamenti. Ora la situazione si sta sbloccando. Ora è il momento di non perdere tempo e di fare il grande passo.

Ecco perché conviene acquistare casa ora

E’ ora il momento giusto per comprare casa. A dirlo non sono le previsioni degli astrologi ma le stime degli esperti del settore economico. Il mercato immobiliare torna ad aprirsi grazie a tassi d’interesse più bassi e agevolazioni per chi acquista “green”. Non c’è tempo da perdere.

perché conviene comprare casa ora
Se non compri ora non compri più/Ascoli.cityrumors.it

Lo scorso settembre i tassi d’interesse sui mutui hanno raggiunto un livello davvero impressionante: il 4,75%. Tassi così elevati non si vedevano da anni. I tassi hanno subito ben 10 incrementi nel giro di 14 mesi per volere della Banca Centrale Europea che ha tentato in tutti i modi di contrastare l’inflazione.

Da settembre in poi la situazione si è assestata. La banca Centrale Europea ha già anticipato che, se l’inflazione resta stabile, i tassi d’interesse torneranno a scendere. Ma i mercati immobiliari hanno giocato d’anticipo e, attualmente, chi accende un mutuo a tasso fisso per 25 anni, paga un tasso inferiore al 4% risparmiando, circa, 50.000 euro rispetto allo stesso finanziamento acceso un anno fa.

Ma non è questa l’unica buona notizia: anche se ancora piuttosto basso, il potere d’acquisto delle famiglie torna lentamente a crescere. Secondo le ultime stime, attualmente, chi gode di una stipendio medio – intorno ai 1500 euro netti al mese – entro tre anni potrà comprare casa. Dunque è questo il momento giusto per fare progetti anche perché, se si attende troppo a lungo, c’è il rischio che i prezzi delle case aumentino. Certamente il tipo di immobili che oggi si possono acquistare con uno stipendio medio è cambiato rispetto a qualche anno: oggi si acquistano, soprattutto appartamenti di metrature più piccole. Ma del resto anche gli stili di vita sono cambiati.

Impostazioni privacy