Quattordicesima addio per tanti pensionati, l’annuncio fa infuriare tutti

Per molti pensionati luglio potrebbe non essere il mese della quattordicesima, alla quale rischiano di dover rinunciare.

La quattordicesima mensilità, insieme alla più comune tredicesima, rappresenta un aiuto significativo per i pensionati con redditi bassi, ma è fondamentale comprendere i criteri di idoneità e calcolo. Questo beneficio non è soggetto a imposta e non influisce sul reddito imponibile, oppure sui diritti a prestazioni previdenziali o assistenziali.

Chi rischia di non ricevere la quattordicesima
Non tutti i pensionati riceveranno la quattordicesima a luglio: l’annuncio ufficiale fa discutere – ascoli.cityrumors.it

Generalmente, la quattordicesima viene pagata a luglio. Tuttavia, se i requisiti vengono soddisfatti tra agosto e dicembre, il pagamento sarà effettuato con il cedolino di dicembre, e l’importo sarà proporzionalmente ridotto.

Pensionati, chi dovrà rinunciare alla quattordicesima

Il 1° luglio, molti pensionati riceveranno la quattordicesima mensilità insieme al cedolino della pensione. Questo beneficio aggiuntivo è riservato a chi ha un reddito inferiore a due volte il trattamento minimo e ha compiuto almeno 64 anni. A differenza della tredicesima, che spetta a tutti i pensionati, la quattordicesima segue regole specifiche di calcolo e distribuzione.

Gli importi della quattordicesima, per il 2024, sono stabiliti dalla normativa e non sono soggetti a rivalutazione annuale. Per i pensionati con un reddito inferiore a 1,5 volte il trattamento minimo (11.672,89 euro), sono i seguenti.

Quali requisiti servono per ottenere la quattordicesima
Per ricevere la quattordicesima, è necessario soddisfare specifici requisiti – ascoli.cityrumors.it
  • Fino a 15 anni di contributi: 437,00 euro;
  • Tra 15 e 25 anni di contributi: 546,00 euro;
  • Oltre 25 anni di contributi: 655,00 euro.

Per i redditi compresi tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo (fino a 15.563,86 euro), gli importi sono ridotti.

  • Fino a 15 anni di contributi: 336,00 euro;
  • Tra 15 e 25 anni di contributi: 420,00 euro;
  • Oltre 25 anni di contributi: 504,00 euro.

Se il reddito supera le soglie indicate, la quattordicesima viene erogata in misura parziale, calcolata sottraendo il reddito personale dalla soglia massima di riferimento. L’importo della prestazione si matura mensilmente, a condizione che i requisiti siano soddisfatti per l’intero anno di riferimento. Se essi vengono raggiunti durante l’anno, l’importo sarà proporzionale ai mesi in cui il diritto è stato maturato.

Ad esempio, un pensionato che compie 64 anni a giugno riceverà una quattordicesima ridotta, calcolata come 7/12 dell’importo totale. Se la cifra teorica è 655 euro, il pensionato ne riceverà 382 (655 euro * 7/12). È importante che i cittadini verifichino attentamente i propri requisiti per evitare sorprese. Per chi ha dubbi o necessita di chiarimenti, è consigliabile rivolgersi direttamente all’INPS o ad un patronato, che può fornire assistenza e informazioni dettagliate su come presentare la domanda e verificare lo stato dei propri requisiti.

Impostazioni privacy