sabato, Maggio 28, 2022
HomePrima PaginaAscoli, Ecco i criteri per accedere al Fondo statale per le politiche...

Ascoli, Ecco i criteri per accedere al Fondo statale per le politiche della famiglia 2021: Interventi di sostegno alla famiglia

L’accesso ai contributi di cui al Fondo statale per le politiche della famiglia anno 2021 riservati ai cittadini italiani o comunitari o extracomunitari in possesso della carta di soggiorno/ permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, anagraficamente residenti nei comuni dell’Ambito Territoriale XXII per i seguenti interventi:

 

  1. Interventi di sostegno per la nascita o per l’adozione di figli, in special modo finalizzati alla prevenzione dell’interruzione di gravidanza:
  2. Aiuto alle donne in stato di gravidanza in condizione di difficoltà, al fine di prevenire l’interruzione di gravidanza
  3. Aiuto per garantire solidarietà alle ragazze madri, in situazione di difficoltà, mediante sostegno psicologico e/o mediante aiuti di natura materiale inteso quale contributo economico
  4. Contributi economici a favore di famiglie che affrontano il percorso adottivo o hanno adottato un bambino;
  5. Interventi per il superamento di situazioni di disagio sociale, economico ed abitativo:
  6. a) Sostegno abitativo per famiglie e genitori separati che sostengano la spesa di un muto o un fitto

mensile superiore a € 350,00;

  1. b) Sostegno a famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro che preveda la riduzione delle

tariffe dei servizi comunali a pagamento o altri interventi economici;

  1. c) Sostegno alle famiglie con figli minori di età, rimasti orfani di uno o entrambi i genitori;
  2. d) Sostengo economico a nuclei familiari, con figli minori, già in carico ai servizi

 

“Si tratta – ha spiegato il sindaco Marco Fioravanti – di un intervento importante a sostegno delle famiglie, con un occhio di riguardo alle donne in gravidanza e alle ragazze madri, ma anche ai nuclei che hanno difficoltà ad affrontare gli impegni economici come quelli dell’affitto o dei servizi comunali a pagamento. Un segnale concreto di vicinanza alla famiglia, vero fondamento della nostra società”.

L’assessore ai Servizi sociali, Massimiliano Brugni, ha aggiunto: “Si tratta di un contributo dell’Ats XXII per aiutare coloro che hanno un reddito Isee fino a 10mila euro. L’ennesimo intervento in un settore da sempre al centro dell’Amministrazione comunale, che continua a far sentire il suo sostegno e la volontà di aiutare chi è in difficoltà”.

 

L’ammontare del contributo spettante agli aventi diritto sarà pari ad € 500,00 quale erogazione economica oppure rimborso spesa sostenuta (per gli interventi di cui al punto 1a ed 1b);

Per tutti gli interventi di cui sopra e’ richiesto un requisito reddituale costituito da un valore ISEE ordinario in corso di validità non superiore ad Euro 10.000,00;

Per gli interventi previsti dal punto 1 A) si specifica che saranno riconosciute soltanto le spese sostenute nei 9 mesi antecedenti alla nascita del minore che deve essere avvenuta massimo 12 mesi prima della scadenza prevista dal presente Bando;

Sono esclusi dal contributo i richiedenti o loro familiari che nell’anno 2021 risultano beneficiari o assegnatari di altre provvidenze analoghe quali:

  • assegno di maternità;
  • assegno al nucleo familiare di importo superiore ad € 500,00 (per un importo inferiore si erogherà un contributo fino al raggiungimento della somma di € 500,00);
  • Reddito di cittadinanza per un importo superiore ad € 500,00 (per un importo inferiore si erogherà un contributo fino al raggiungimento della somma di € 500,00);
  • Gli interventi di sostegno alle locazioni per un importo superiore alle € 500,00 (per un importo inferiore si erogherà un contributo fino al raggiungimento della somma di € 500,00);
  • Contributi per famiglie affidatarie e collocatarie di cui alla D.G.R. n. 865/2012 e s.m.i.;

E’ possibile presentare domanda per uno solo degli interventi sopra indicati.

Le domande di contributo, in forma di autocertificazione, sottoscritta dal richiedente, dovranno essere redatte sugli appositi moduli forniti gratuitamente dal Comune

La domanda, redatte su apposito modello, dovranno essere presentate entro e non oltre il 22 Aprile 2022 alle ore 12.00, pena l’esclusione, direttamente presso il protocollo del proprio Comune di residenza oppure inviate a mezzo raccomandata A/R (in tal caso per la verifica del rispetto dei termini farà fede il timbro postale dell’Ufficio accettante) o via PEC agli indirizzi di posta certificata dei comuni di residenza.

La modulistica relativa alla domanda è disponibile presso i seguenti uffici/servizi:

– Uffici di Promozione Sociale e Servizi Sociali dei Comuni di: Ascoli Piceno, Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Folignano, Maltignano, Montegallo, Palmiano, Roccafluvione, Venarotta.

Il presente avviso e la relativa modulistica sono pubblicati anche presso il sito internet www.comune.ap.it nonché nei siti istituzionali di tutti i comuni dell’ATS 22;

Gli uffici dei Servizi Sociali di ogni Comune dell’Ambito Territoriale XXII sono a disposizione per informazioni e chiarimenti.

Per il Comune di Ascoli Piceno si potranno richiedere informazioni telefonando ai nn. di telefono 0736/298506  o inviando una mail: d.fanesi@comune.ap.it – t.serio@comune.ap.it.

 

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'