venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeRegioneNatalità nelle Marche, solo in 5 Comuni su 225 saldo positivo

Natalità nelle Marche, solo in 5 Comuni su 225 saldo positivo

spot_img

Per natalità, nelle Marche, “su 225 comuni solo cinque sono a saldo positivo Colli al Metauro Montelabbate, Castelbellino Camerata Picena, Ortezzano” tra nati e morti nel 2021.
E’ emerso dai dati presentati nell’incontro sul tema promosso ad Ancona da Anci Marche e Forum delle Associazioni Familiari Marche, realizzato con il patrocinio del Consiglio Regionale.
Gli interventi introduttivi coordinati da Marcello Bedeschi, Coordinatore nazionale dei direttori e segretari delle Anci Regionali e Paolo Perticaroli, presidente del Forum Marche.
Presenti l’arcivescovo di Ancona-Osimo mons. Angelo Spina, il prefetto di Ancona Darco Pellos, il presidente del Consiglio regionale Dino Latini, i consiglieri regionali Carlo Ciccioli, Marco Ausili (Fratelli d’Italia), Antonio Mastrovincenzo, Romano Carancini e Manuela Bora (Pd) e numerosi sindaci. All’eveno anche la classe prima della sezione Moda dell’Istituto Vanvitelli di Ancona. Il presidente Istat prof. Gian Carlo Blangiardo ha presentato una relazione sul tema “La situazione marchigiana: andamento demografico, efficacia delle misure welfare, conseguenze e criticità”.
“Dovremo riflettere – ha affermato Filippo Saltamartini, vicepresidente della Giunta regionale e assessore alla Sanità – sul fatto che le società occidentali liberali non saranno in grado di garantire le sue libertà e che le famiglie oggi sono meno in grado di finanziare un progetto per i figli come diceva la stessa Ministra Roccella”. “La politica – ha aggiunto – deve confrontarsi e fare scelte su questi temi sapendo che i lavoratori italiani percepiscono un reddito inferiori ai colleghi europei, francesi e tedeschi”. E’ intervenuto anche il cardinale Edoardo Menichelli sottolineando la necessità di cambiare l’approccio culturale, uscendo dalla prospettiva dell’Io secondo la quale “i figli da investimento e dono sono diventati un costo e una causa di riduzione di libertà”.
Sono intervenuti anche Massimo Orselli (presidente Consulta della Famiglia della Regione Marche), Franco De Felice (docente Università di Urbino e Componente del Direttivo del Forum Marche), Fabio Fiorillo (Università Politecnica delle Marche) e Adriano Bordignon (presidente del Forum Veneto). (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES
spot_img

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'

TREND TOPIC