Home Cronaca San Benedetto, La Sala della Poesia di Palazzo Piacentini ospita un evento...

San Benedetto, La Sala della Poesia di Palazzo Piacentini ospita un evento a cura della Fondazione Gioventù Musicale d’Italia

286
0
La Sala della Poesia di Palazzo Piacentini sabato 19 gennaio alle ore 21,15 ospiterà un evento a cura della Fondazione Gioventù Musicale d’Italia – Sede L.Petrini di San Benedetto del Tronto.
Si tratta dei “I PREMI INTERNAZIONALI”

HARUMA SATO, violoncello – I PREMIO CONCORSO INTERNAZIONALE LUTOSLAWSKI DI VARSAVIA 2018

NAOKO SONODA, pianoforte

 

P R O G R A M M A

ROBERT SCHUMANN

Adagio e Allegro in la bemolle maggiore op. 70

Adagio. Langsam, mit innigem Ausdruck

Allegro. Rasch und feurig. Etwas ruhigert. Tempo I

 

LUDWIG VAN BEETHOVEN

Sonata in la maggiore op. 69 n. 3

Allegro ma non tanto

Scherzo. Allegro molto

Adagio cantabile – Allegro vivace

_________________________

 

ALFRED SCHNITTKE

Sonata n. 1 per violoncello e pianoforte (1978)

Largo

Presto

Largo

 

BOHUSLAV MARTINŮ

Variations on a theme of Rossini H 290

 

Haruma Sato è nato nel 1998 in Giappone e ha iniziato a studiare musica all’età di sei anni. Dopo aver vinto due importanti premi nel suo Paese, nel 2017 si è aggiudicato il Primo Premio al Concorso Domenico Gabrielli indetto dalla Universitat der Kunste di Berlino e, soprattutto, il Primo Premio al Concorso Internazionale per violoncello Witold Lutosławski di Varsavia. Come solista si è esibito con la Tokyo Philharmonic Orchestra e Kazumasa Watanabe, la Nagoya Philharmonic Orchestra e Yuko Tanaka e la Japan Central Symphony Orchestra con Yoko Matsuo.

E’ stato anche ospite di festival come l’Allegro Vivo Festival in Austria, l’International Mendelssohn Fetival ad Amburgo ed ha tenuto il concerto di apertura del Summer Festival 2017 presso l’Università delle Arti di Berlino. Haruma Sato ha eseguito anche numerose composizioni di Musica Contemporanea, come il “Pierrot lunaire” di Arnold Schoenberg e “Stunden-Blumen, homagge à Olivier Messiaen” di Toshio Hosokawa. Ha preso parte a masterclass con Frans Helmerson, David Geringas, Gustav Rivinius, Hans Jensen e Jean-Guihen Queyras. Dopo essersi diplomato al liceo musicale dell’Università di Tokyo, ha studiato con Jens Peter Maintz all’Università delle Arti di Berlino. E’ sostenuto con borse di studio dalla Rohm Music Foundation e dalla Geidai Foundation.

 

La pianista giapponese Naoko Sonoda è vincitrice di numerosi concorsi internazionali per pianoforte e musica da camera, tra cui quelli di Argento, Trieste e Łódź. Si è esibita come solista e camerista in Europa e Asia, in importanti festival come lo Schleswig-Holstein e il Festspiele Meckle-Vorpommern. Tra i suoi partner per la Musica da Camera ci sono Kolja Blacher, Hartmut Rohde, Mark Gothoni, Danjulo Ishizaka, Jens-Peter Maintz e Andrei Ionita. Si è esibita con orchestre importanti come la Deutsches Symphonie Orchester di Berlino, e in sale da concerto quali la Berliner Philharmonie, la Mariinsky Theatre Concert Hall e la Wigmore Hall di Londra. Naoko è molto richiesta come pianista accompagnatore e in questo ruolo ha ricevuto numerosi premi tra i quali citiamo quello al Concorso Internazionale di Markneukirchen nel 2013, al Concorso Internazionale Lutosławski di Varsavia nel 2015 e al Concorso Internazionale Čajkovskij di Mosca sempre nel 2015. Le sue performance vengono regolarmente trasmesse da radio e televisioni a livello internazionale, dalla Kulturradio RBB e ZDF in Germania, alla NPO Radio 4 in Olanda, alla BBC.

Naoko Sonoda ha studiato con Yoko Okumura, Seiko Ezawa e Mikhail Voskresensky alla Toho Gakuen School of Music, e successivamente si è perfezionata all’Universität der Künste di Berlino con Rainer Becker. Per la Musica da Camera ha studiato con Tabea Zimmermann, Markus Nyikos e Natalia Gutman. Ha seguito inoltre corsi di perfezionamento con Hans Leygraf, Ferenc Rados, Klaus Hellwig, Pascal Devoyon e Jacques Rouvier. Dopo essersi diplomata, Naoko è stata assunta dalla Universität der Künste di Berlino, dalla Hochschule für Musik Hanns Eisler di Berlino e dalla Franz Liszt Musikhochschule di Weimar come pianista accompagnatore. Nella stagione 2018, debutterà come pianista accompagnatore alla Carnegie Hall di New York e al Teatro Mayer in Colombia, e terrà recital come solista a Barcellona, Parigi e Tokyo.