Home Cronaca Approvato il decreto “Cura Italia” da 25 miliardi per emergenza Coronavirus

Approvato il decreto “Cura Italia” da 25 miliardi per emergenza Coronavirus

378
0

“Mettiamo in campo 25 miliardi di denaro fresco e attiviamo flussi per 350 miliardi: è una manovra economica poderosa”.

Questa la dichiarazione riassuntiva del discorso tenutosi qualche ora fa dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il nuovo Decreto, definito “Cura Italia”, racchiude tutte le misure economiche che supporteranno aziende, dipendenti e liberi professionisti in questo momento di emergenzasanitaria.

I provvedimenti, illustrati dal Ministro dell’Economia Roberto Gualtiero, riguarderanno in primis l’aiuto alla sanità, con un finanziamento corposo, insieme a quello della Protezione Civile, che sfiorerà i 3,5 miliardi di euro.

Per l’occupazione, il lavoro, il reddito, sono previste risorse per 1,3 miliardi per il Fondo di integrazione salariale e 3,3 miliardi per la cassa integrazione in deroga che andrà a coprire anche le imprese “con un solo dipendente”. I lavoratori autonomi e stagionali saranno aiutati con un assegno di 600 euro per il mese di marzo.

Inoltre, verranno stanziati 3 miliardi circa per i periodi di inattività e sospensione dei contributi previdenziali.

Il congedo parentale sarà esteso a 15 giorni, previsto un voucher di 600 euro per le babysitter, i permessi per chi usufruisce della legge 104 sono estesi a 12 giorni.

I licenziamenti dal 23 febbraio in poi saranno congelati, per i lavoratori in quarantena si conferma il computo del periodo di astensione dal lavoro come malattia.

Poi, Gualtieri ha garantito la sospensione delle rate dei mutui e dei prestiti, rinvio degli obblighi fiscali, la sospensione dei versamenti di tributi e contributi, fino al 31 maggio per le imprese che fatturano fino a 2 milioni, oltre per quelle che sono state maggiormente colpite dall’emergenza sanitaria come turismo e ristorazione.

“Contiamo con il lavoro europeo e con la riprogrammazione di fondi Ue di sostenere il decreto- aprile cui stiamo già lavorando Siamo fiduciosi di poter rafforzare ulteriormente gli interventi di sostegno all’economia e al lavoro straordinario che tutti gli italiani stanno svolgendo in questo momento” – afferma il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.