Home Senza categoria I protocolli per mare, alberghi, commercio e ristoranti. Ceriscioli comunica le regole...

I protocolli per mare, alberghi, commercio e ristoranti. Ceriscioli comunica le regole per le Marche

572
0

Presentati oggi, in conferenza stampa, i protocolli regionali per turismo e commercio. La Giunta Ceriscioli ha approvato le regole che disciplineranno gli accessi in spiaggia ma anche in negozi, alberghi e ristoranti.

Spiagge: il protocollo prevede la sanificazione delle strutture balneari e uno spazio tra gli ombrelloni che garantiscano uno spazio ciascuno di 10.5 metri quadrati. Nelle spiagge libere la distanza tra le persone deve essere di due metri e tra gli ombrelloni di 4 metri. Ogni Comune provvederà al controllo delle spiagge. Simili le regole previste dalle Regioni Abruzzo ed Emilia Romagna per garantire uniformità dei provvedimenti adottati.

Alberghi: le regole per le strutture alberghiere, come per camping e villaggi prevedono il distanziamento e la sanificazione continua. Ad ogni cambio di cliente la stanza dovrà essere sanificata. All’ingresso della struttura si dovranno disporre dispenser igienizzanti ed entrare con mascherine evitando assembramenti. Il personale dovrà lavorare sempre munito dei dispositivi di sicurezza individuali. Anche i b&b dovranno attenersi alle stesse regole.

“Abbiamo previsto la riapertura non solo delle attività economiche ma anche sociali. In giornata presenteremo l’elenco dei centri estivi, servizi diurni, tutti servizi a favore delle famiglie in considerazione della riapertura delle attività economiche”.

E’ previsto per oggi, poi, l’incontro con il Ministro Boccia. Le riaperture, concordate con il governo per il 18 maggio si arricchiscono del contributo della Regione Marche che ha aggiunto delle proprie linee guida per garantire la sicurezza di tutti.

E’ fatta salva la possibilità dei Sindaci di derogare a quanto stabilito dalla Regione e dal governo, in forza della loro autorità sanitaria.

Resta ancora aperto il dibattito sui calendari estivi dove si attendono indicazioni e per i quali occorrerà mettere in campo uno specifico protocollo, mentre la Regione è già al lavoro per studiare la riapertura dei musei.

Negozi: Un altro punto su cui si è discusso e deciso è l’avvio dei saldi estivi che inizieranno il 1° agosto. Nei negozi si potrà accedere rispettando il divieto di assembramento, indossando sempre la mascherina, e i proprietari saranno tenuti alla sanificazione dei camerini.

Buoni Vacanze: alle misure previste a livello nazionale per pacchetti di buoni per le famiglie con reddito sotto i 30mila euro, la Regione sta vagliando una campagna pubblicitaria da tenersi tra fine maggio e giugno. Sia sul digitale che sulle radio nazionale. Il fine è anche quello di attrarre i marchigiani nel mondo (si ricorda la presenza di una associazione che conta 1.5 milioni di marchigiani all’estero).