Home Economia Fase 2 epidemia: Regione Marche, proposta semplificare erogazione Cigd. Bravi, superare doppia...

Fase 2 epidemia: Regione Marche, proposta semplificare erogazione Cigd. Bravi, superare doppia autorizzazione, rassicurazioni dal Governo

269
0
La sede Inps di via dell'Amba Aradam a Roma, 15 aprile 2020. ANSA/CLAUDIO PERI

“Abbiamo avuto rassicurazioni che il Decreto Rilancio, all’approvazione del Governo, conterrà le semplificazioni suggerite dalla Regione Marche per ridurre i tempi di erogazione della Cassa integrazione in deroga”.
Lo riferisce l’assessore al Lavoro Loretta Bravi: l’art. 74 del Decreto Rilancio dovrebbe prevedere la modalità d’istruttoria delle richieste che la Regione ha consigliato e condiviso con la Direzione regionale Inps, portata all’attenzione del presidente nazionale Inps, Pasquale Tridico.

La proposta delle Marche “supera la prevista doppia autorizzazione Regione e Inps, consentendo il pagamento diretto ai lavoratori delle integrazioni salariali dopo la presentazione della domanda alla Regione. Tecnicamente – spiega Bravi – l’erogazione della Cigd ha tempi tecnici incomprimibili che, in una fase di emergenza, possono essere confusi con ritardi o lungaggini di cui nessuno è responsabile, in quanto fanno parte della procedura. La proposta, se possibile, sarebbe un Cavallo di Troia che aggira gli ostacoli normativi”.