Home Economia Ascoli, Il Gruppo Gabrielli accende la città e sponsorizza le luminarie di...

Ascoli, Il Gruppo Gabrielli accende la città e sponsorizza le luminarie di alcune vie

195
0
Le luminarie di Via Pretoriana

“Insieme, ogni luce brilla di più”: il messaggio di speranza che il Gruppo Gabrielli ha voluto trasmettere con la recente messa in onda del suo nuovo spot, dedicato alle prossime festività natalizie, diventa realtà ad Ascoli Piceno.

Nell’ambito dell’investimento fatto dal Comune per l’installazione delle luminarie cittadine, il Gruppo Gabrielli ha infatti contribuito sponsorizzando le luci di alcune arterie principali del capoluogo piceno: via Erasmo Mari, parte di via Pretoriana, via delle Donne, via Murri, via Napoli, parte di via Marcello Federici, viale Indipendenza, viale Marconi (fino alla rotatoria) viale Benedetto Croce, viale Vellei e parte di Corso Mazzini.

Barbara Gabrielli, Vice presidente del Gruppo

“Abbiamo voluto sostenere, come di consueto, il Comune di Ascoli Piceno – ha affermato il vicepresidente del Gruppo Gabrielli, Barbara Gabrielli – per Natale, perché è importante cercare di vivere questo periodo nel modo più sereno possibile, nonostante la situazione non sia delle migliori. Soprattutto, bisogna credere, fortemente, che questa pandemia sarà superata e ricominceremo a costruire il nostro futuro. Speriamo, soprattutto quest’anno, che le luci possano essere una metafora di quei valori che devono sempre illuminare e guidare la nostra vita e la nostra meravigliosa città”.

Il Sindaco Marco Fioravanti

“Non sarà di certo un Natale come gli altri e le vie cittadine non potranno essere gremite di persone come gli anni passati, ma la solidarietà e l’unità di intenti dimostrati dagli imprenditori ascolani in questo periodo offrono un barlume di speranza in una situazione difficile per tante famiglie ascolane. – ha dichiarato il Sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti – Tra questi ringrazio il Gruppo Gabrielli per aver offerto un importante contributo per l’allestimento delle luminarie”.