Home Cronaca Picco di decessi Covid nelle Marche, sono 19 le vittime

Picco di decessi Covid nelle Marche, sono 19 le vittime

448
0
Quando il Covid-19 provoca un doppio danno al polmone, rovinando sia gli alveoli che i capillari polmonari, la mortalità dei pazienti in terapia intensiva aumenta sensibilmente. E' il meccanismo scoperto e descritto da uno studio italiano, capofila il Sant'Orsola di Bologna e pubblicato su Lancet Respiratory Medicine il 27 agosto, i cui risultati consentiranno di individuare rapidamente chi è più a rischio, così da mirare le terapie. Due esami identificano questa condizione la cui diagnosi precoce, assieme al supporto delle massime cure disponibili in terapia intensiva, si stima possa portare a un calo della mortalità fino al 50%. ANSA/POLICLINICO DI SAN ORSOLA Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna EDITORIAL USE ONLY NO SALES

Un bilancio drammatico quello della giornata odierna, sono 19 le vittime da Covid nelle Marche.

Si tratta di 11 donne e 8 uomini tra i 45 e i 99 anni, tutti con alle spalle anche altre patologie.

Come riporta l’Ansa Marche, “è la provincia di Ancona, comunica il Servizio Sanità della Regione Marche, a far registrare il numero più alto di decessi, 7: sono una 61enne di Trecastelli, una 73enne e una 94enne di Falconara Marittima, un uomo e una donna entrambi 88enni di Senigallia, una 59enne e un 84enne di Arcevia.
Cinque morti erano della provincia di Pesaro Urbino: la più giovane una 45enne di Mondolfo, e ci sono poi un 79enne, una 84enne e una 93enne di Pesaro, un 91enne di Mercatello sul Metauro. Altri tre deceduti provenivano dal Maceratese: un 71enne di Caldarola, un 76enne di Potenza Picena e una 99enne di Monte San Giusto. Infine due vittime nell’Ascolano (un 55enne di Roccafluvione e un 79enne di Monsampolo del Tronto) e una in provincia di Fermo (un 89enne di Porto Sant’Elpidio)”.