Home ambiente Giocano in casa i ragazzi di Questione Natura, liberato il Molo Sud...

Giocano in casa i ragazzi di Questione Natura, liberato il Molo Sud dai rifiuti. “Con noi gli Scout di Spinetoli”

324
0

“Ieri pomeriggio abbiamo fatto tappa al molo sud per liberarlo dai rifiuti. Si è unito a noi il Gruppo Scout Agesci Spinetoli 1“.

Giocano in casa i giovani volontari dell’Associazione Questione Natura, attorno alla quale si sta sempre più creando una rete di collaborazione sulla sensibilizzazione ambientale. Un circuito di condivisione, supporto e idee che insieme rientrano nella volontà dei più giovani di porre l’attenzione su un tema così attuale ma mai abbastanza approfondito. Con gesti apparentemente semplici, Questione Natura e i gruppi che gravitano attorno, dimostrano come la quotidianità sia la chiave della riuscita di questo progetto.

“Con i più piccoli ha preso il via la nostra ultima iniziativa: “Progetto Borracce”. Abbiamo regalato ad ogni ragazzo una borraccia consigliando loro di fare una scelta consapevole, rinunciando ad un ciclo infinito di plastica usa e getta e imparando insieme a generare meno rifiuti – i ragazzi che sono già sul pezzo in argomento ci hanno regalato delle mascherine riutilizzabili. Così la giornata ha preso il via, volevamo liberare tutto il molo dai rifiuti e con un gruppo di 17 persone in 3 ore di tempo siamo riusciti a ripulire totalmente metà scogliera lungo la camminata.”

“All’interno degli scogli abbiamo trovato di tutto:

• scatole di mangime per gatti;
• innumerevoli bottiglie di superalcolici;
• il cerchione di un’auto;
• una boa e un triangolo;
• troppe reti da pesca;
• polistirolo, polistirolo e ancora polistirolo;
• “cicca free”: mozziconi di sigaretta ovunque;
• un’estintore;
• un piccolo container;
• tantissime lattine;
• micro plastiche di ogni genere.”

“Potremmo andare avanti ma ci fermiamo qui. Adesso il molo è tornato a splendere, libero anche dai rifiuti più nascosti che deturpano la natura e che erano ad un passo dal finire nel mare. Gli scout di Spinetoli sono stati bravissimi, dei ragazzi carichi di entusiasmo con delle guide particolarmente sensibili su questi temi delicati. A fine raccolta è arrivata la ciliegina sulla torta. Una signora di Stella di Monsampolo ci ha fatto una sorpresa: si è presentata Giancarla con un vassoio carico di prelibatezze tutte fatte in casa da lei: Maritozzi con fiori d’anice, una marmellata di fragole eccezionale e un ciambellone appena sfornato! Così a fine raccolta, dopo esserci lavati ed igenizzati, abbiamo potuto condividere un’ulteriore momento importante, che ci ha ricordato le merende che ci preparavano le nostre nonne quando eravamo piccoli! Grazie a tutti per questa bellissima esperienza.” – conclude il presidente Roberto Cameli.