Home Cronaca Ascoli Piceno e Provincia Ascoli, Ferretti (CasaPound): “Incomprensibile ostracismo della Questura verso il nostro movimento”

Ascoli, Ferretti (CasaPound): “Incomprensibile ostracismo della Questura verso il nostro movimento”

265
0
Il candidato sindaco di Casapound e OSA, Giorgio Ferretti
“Banchetto arbitrariamente confinato in piazze secondarie, informerò il Prefetto e la politica”
Il Questore, attraverso una determina, ha deciso di spostare il banchetto prenotato con regolare iter da CasaPound Italia in Piazza Del Popolo per Domenica prossima, “per motivi di ordine e sicurezza pubblica”. Il movimento, dal suo conto, denuncia una disparità di trattamento nella richiesta dei banchetti politici, con il proprio gazebo confinato in una piazza secondaria e meno vissuta, per lo più destinata alle cerimonie nel fine settimana.
“Un incomprensibile ostracismo verso CasaPound – spiega Ferretti, responsabile provinciale del movimento – tanto più che non sono previste manifestazioni o banchetti di partiti in concomitanza nella piazza. E ciò è confermato dall’iniziale autorizzazione al banchetto firmata dalla Dottoressa Patrizia Celani, Comandante dei vigili urbani per la quale evidentemente gli ‘improvvisi’ motivi di ordine pubblico, non esistevano qualche ora prima”
“Anche ci fossero motivi di ordine pubblico (che escludiamo), per la nostra propensione al dialogo – continua Ferretti – abbiamo proposto alla Questura 4 differenti destinazioni per il nostro gazebo, che, però, non sono state neanche prese in considerazione. Era già stato tutto deciso a tavolino e senza di noi”.
“Evidentemente nella Piazza principale e nei suoi dintorni – continua ironico Ferretti – è previsto un raduno segreto del G8, per il quale è stata predisposta una zona rossa dove noi non siamo graditi. Facilissimo fare ordine pubblico in questa maniera, ovvero penalizzando noi e dichiarando implicitamente di non essere in grado di gestire un banchetto di 5 o 6 persone. Informerò personalmente della situazione il Sindaco e la politica, ma soprattutto l’autorità prefettizia.”