Home Prima Pagina Calcio Eccellenza, Atletico Azzurra Colli battuto a Chiaravalle ma mantiene il quarto...

Calcio Eccellenza, Atletico Azzurra Colli battuto a Chiaravalle ma mantiene il quarto posto

256
0
Jari Iachini dell'Atletico Azzurra Colli
2-0
BIAGIO NAZZARO: Tomba 7, Paradisi 6 (31′ st Toni sv), Marasca 6.5 (23′ st Parasecoli 6), Giovagnoli 6.5, Marini 6.5, Gallotti 6.5, Gregorini 7 (23′ st Berga 6), Carbonari 6.5, Pierandrei 7 (40′ st Frulla sv), Ruzzier 6 (34′ st Pieralisi 7), Gaia 6. All. Giammarco Malavenda.
ATLETICO AZZURRA COLLI: Marani 6, Toscani 5.5 (32′ st Gagliardi sv), Vallorani 5.5, Sosi 6, Filipponi 6, Alfonsi 5.5, Fazzini sv (9′ pt Santoni 6)(37′ st Mucci sv), Sorci 6, Cancrini 6.5 (29′ st Albanesi sv), Renzi 5.5, Iachini 5.5. All. Manuel Fioravanti (Peppino Amadio squalificato).
ARBITRO: Bini di Macerata 5.5
RETI: 8′pt Pierandrei, 47′st Pieralisi
CHIARAVALLE
Vince la Biagio Nazzaro e lo fa approfittando al massimo di due calci piazzati, uno in avvio e uno in chiusura. Recrimina il Colli, spuntato e senza grosse energie offensive per rimettere in piedi la gara.
Questo il liet motif della partita odierna che vede la compagine dello squalificato Amadio soccombere al cospetto della squadra di Malavenda, incassando la terza sconfitta stagionale, la seconda in trasferta consecutiva. Amadio, per contrastare il 4-3-1-2 ospite, si piazza con un accorto 3-5-2 dove Toscani riprende posto dietro al posto dell’infortunato Nervini, dove Cancrini fa la mezzala e dove i quinti sono Vallorani e Fazzini. Davanti Iachini e Renzi.
Ma in avvio Fazzini accusa subito un infortunio che lo costringe ad alzare bandiera bianca. Proprio nel mentre, Pierandrei approfitta di una sponda di Gregorini e batte a rete la palla del vantaggio sugli sviluppi di un piazzato. Il Colli ci prova ma l’attenta difesa avversaria fa buona guardia. Due recriminazioni, una per parte. Sorci reclama un rigore piuttosto evidente, mentre a Ruzzier annullano un gol per fuorigioco con relative proteste. Nella ripresa l’Atletico Azzurra Colli alza il forcing ma più di inerzia che di pericolosità e si avverte più che mai l’assenza di un uomo d’area che vada a valorizzare il lavoro di Iachini e Renzi, al quale viene anche annullata una rete dubbia, costretti a girare troppo lontano dalla porta.
L’occasione più ghiotta capita sul sinistro di Vallorani, che al volo in una sortita offensiva impegna Tomba alla prodezza. Tomba che si ripete su un bolide da fuori di Iachini e che guarda poi un colpo di testa di Filipponi andare alto. Al 93’, la Biagio la chiude col neo entrato Pieralisi che infila magistralmente un calcio piazzato, mettendo il punto esclamativo alla gara.