lunedì, Agosto 8, 2022
HomeambienteSan Benedetto, Grande successo per il convegno 'Piccoli Palagici in Adriatico: scenari...

San Benedetto, Grande successo per il convegno ‘Piccoli Palagici in Adriatico: scenari e prospettive’

Grande Successo ed Interesse per il convegno di UNCI AGROALIMENTARE “PICCOLI PELAGICI  IN ADRIATICO, SCENARI E PROSPETTIVE” che si è tenuto il 27 Maggio a San Benedetto del Tronto presso Hotel Calabresi a valere del “Programma Nazionale Triennale Pesca e Acquacoltura 2022-2024”, annualità 2022 MIPAAF DG PESCA, in collaborazione con Istituto Partners in Service srl e Organizzazione Produttori Abruzzo Pesca.

Intensa e partecipata la presenza dei pescatori da Goro a Bisceglie che hanno ascoltato ed interagito con i relatori che, in maniera semplice ma efficace hanno cercato di spiegare le dinamiche che si sono determinate e che si determineranno per il segmento, alla luce delle recenti normative unionali e nazionali.

La Lampara Brivido

La disamina delle problematiche ha toccato temi fondamentali quali lo stato della risorsa, le criticità potenziali da un punto di vista biologico, la reale composizione della flotta adriatica dedita, gli attuali scenari economici, le opportunità reddituali degli addetti, i possibili scenari commerciali futuri.

L’attuale normativa di settore risulta particolarmente stringente e penalizzante per le circuizioni e le volanti adriatiche che pescano acciughe e sardine, la sopravvivenza di molte imprese risulta essere a rischio. Un rischio amplificato dai forti rincari dei carburanti che stanno interessando anche le agevolazioni relative al carburante utilizzato per i pescherecci: durante il dibattito seguito al convegno è stato affrontato anche questo tema. Inutile ribadire che i pescatori hanno chiesto interventi, interventi urgenti ed efficaci volti a ristorarli a fronte degli spropositati aumenti dei costi gestionali. Se pescare è diventato sempre più “costoso”, nuovi pezzi di mare e nuove opportunità di pesca vengono sottratti ai pescatori: è il caso della completa chiusura al prelievo dei piccoli pelagici nella cosiddetta “Fossa di Pomo” completamente interdetta all’attività in base all’ultimo decreto ministeriale relativo al fermo Biologico.

Un fatto legittimo, stando alle raccomandazioni ad hoc della CGPM, ma che ha sconvolto gli addetti, in quanto, date le caratteristiche biologiche e le attitudini comportamentali di acciughe e sardine, la pesca dei piccoli pelagici nella Fossa di Pomo, in nessun modo risulterebbe compromettere la conservazione degli stock.

Questa prescrizione, insieme ad altri nodi cruciali che sono emersi durante il convegno, sarà oggetto di futura discussione ai tavoli preposti al fine di tutelare la sostenibilità economica degli addetti, fatta salva quella ecologica della risorsa.

Il marchio Principe Azzurro dell’Adriatico

Si ringrazia il Presidente UNCI AGROALIMENTARE Gennaro Scognamiglio, Il Direttore Attività Produttive e Imprese Regione Marche, Pietro Talarico che ha portato i saluti del Vice Presidente e Assessore alla Pesca, Regione Marche Mirco Carloni, l’assessore Laura Camaioni  del Comune di San Benedetto del Tronto che ha portato i saluti del Sindaco Antonio Spazzafumo,  il C.F. della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto  Marco Marinelli che ha portato i saluti del Comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto Marco Mancini, il Senatore della Repubblica Italiana M5S Giorgio Fede, che è venuto al convegno per ascoltare le problematiche e confrontarsi con gli operatori: “Viviamo un momento molto complesso e dobbiamo lavorare per trovare delle soluzione atte a sviluppare questo settore che per San Benedetto è sempre stato vitale e che negli anni ha perso molte posizioni ed il Vice Presidente OP Abruzzo Pesca Vincenzino Crescenzi.

Il convegno è partito ufficialmente alle ore 11:00 moderato dal Ricercatore CNR IRBIM Ancona Fabio Grati, che ringraziamo insieme ai relatori che sono intervenuti: Roberto Cacciamani, CNR IRBIM Ancona, Barbara Zambuchini, Ricercatrice Istituto Scientifico “Pesca e Ricerca Innovativa” Partners in Service srl e membro della consulta dell’Economia Ittica R. Marche per UNCI AGROALIMENTARE, Quirino Biscaro, Economista Membro esperto del SELISI (Scuola Interdipartimentale di Economia, Lingue, Imprenditorialità per Scambi Internazionali), Università Cà Foscari Venezia, Marzia Piron, Executive Assistant MEDAC (Mediterranean Advisory Council) e l’On. Lorenzo Viviani, Membro Commissione Agricoltura e Pesca, capogruppo Lega, collegato da remoto che ha curato dibattito e conclusioni, focalizzando inoltre sullo sciopero in atto delle marinerie italiane, per il caro gasolio, è stato discusso anche nell’ambito del convegno nazionale

Nel pomeriggio è stato organizzato un tavolo tecnico dal Presidente UNCI AGROALIMENTARE Gennaro Scognamigliodott.ssa Barbara Zambuchini, Partners in Service srl e membro della consulta dell’Economia Ittica R. Marche e dal Vice Presidente OP Abruzzo Pesca Vincenzino Crescenzi, con le uniche 13 lampare operanti in Adriatico nel Compartimento da Venezia a Bisceglie, al fine di valutare proposte condivise al recente DM 13.05.2022 del Sottosegretario Battistoni MIPAAF  “Misure per la pesca dei piccoli pelagici nel Mar Mediterraneo e misure specifiche per il mare Adriatico” annualità 2022-e 2023. Che oltre definire i Fermo pesca acciughe e sarde, hanno recepito la Raccomandazione GFCM/44/2021/20 e GFCM/44/2021/2 –“ Fossa di Pomo (Zona A+B+C)” della CGPM, Commissione Generale della Pesca nel Mediterraneo, che stanno sollevando molteplici preoccupazioni tra gli operatori.

A seguire degustazione a base anche del prodotto dell’ O.P. Abruzzo Pesca Soc. Coop, che  ha registrato un Marchio di Qualità Collettivo in Italia “Il Principe Azzurro dell’Adriatico”. Una testimonianza di qualità e riconducibilità della produzione sostenibile relativa al distretto di pesca del Medio Adriatico, grazie al Progetto finanziato: PPC 2018 MIPAAF Roma

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'

TREND TOPIC