UNIMC | Il nuovo dg Domenico Panetta ha le idee chiare: gli obiettivi dell’ateneo

Nelle scorse ore è stato presentato ufficialmente il nuovo direttore generale dell’Università di Macerata, Domenico Panetta. Ecco le dichiarazioni nella sua prima uscita ufficiale dal giorno del suo insediamento, il primo gennaio

Il nuovo direttore generale dell’Università di Macerata, Domenico Panetta, è stato ufficialmente presentato alla stampa dal Rettore John McCourt. Quest’ultimo ha sottolineato di essere molto contento della scelta fatta e di aver ricevuto tantissime candidature per il ruolo in questione.

unimc nuovo dg
Nelle scorse ore è stato presentato ufficialmente il nuovo direttore generale dell’Università di Macerata, Domenico Panetta (foto logo unimc) – Ascoli.Cityrumors.it

“Lui ha un’esperienza notevole – ha sottolineato McCourt – maturata in tre decenni di incarichi dirigenziali e di coordinamento nelle Università di Brescia e Bergamo che metterà a disposizione della nostra comunità. Arriva in un momento in cui l’Università si sta muovendo su vari fronti e sta rafforzando il rapporto con il territorio partecipando a vari bandi non solo regionali e lavorando con il mondo delle imprese. Oltretutto c’è stato un piccolo incremento del numero degli immatricolati, questo ci fa piacere e forse suggerisce un cambio di tendenza”.

UNIMC, il nuovo dg Panetta: “Considero quest’incarico molto prestigioso”

Domenica Panetta, calabrese di origine ma vissuto da oltre 30 anni in Lombardia, ha spiegato di considerare questo nuovo incarico come altamente prestigioso. Per quanto riguarda gli obiettivi ha, invece, sottolineato: “E’ opportuno mettere al centro la persona. Partiremo dalla ridefinizione del disegno organizzativo della struttura amministrativa e dall’introduzione di un piano di assistenza sanitaria integrativa per il personale”. 

panetta
UNIMC, il nuovo dg Panetta: “Considero quest’incarico molto prestigioso”

Poi ha aggiunto: “Quello che ho percepito al mio arrivo è stata la qualità del personale ma anche un bisogno di un coordinamento e di un coinvolgimento maggiori, di una semplificazione dei processi e soprattutto la necessità di lavorare per priorità”. 

“Le attività sono tantissime – ha proseguito Panetta come riportato da Centropagina.it – l’organizzazione è molto complessa e richiede velocità nei tempi e rapidità nelle decisioni. In questo il ruolo del management è fondamentale, bisogna valorizzare moltissimo il ruolo dei nostri capi ufficio, dei capi area per coinvolgerli nel progetto e farli diventare una squadra. Dobbiamo ricordarci che le regole sono uno strumento per raggiungere gli obiettivi e non viceversa”. 

Impostazioni privacy