Bonus trasporti, controlla subito il conto: ora ti spetta senza nemmeno fare domanda

Attenzione al bonus trasporti, tra non molto si potrà ottenere senza essere costretti a fare domanda. Ecco cosa sapere.

In occasione dell’evento di presentazione della misura della Carta dedicata a te, sono state condivise molte novità. Alcune delle quali interessano anche il bonus trasporti. Sembra infatti che nel 2024 le cose siano ben diverse da ciò che è accaduto l’anno passato, al punto che è stata aggiunta una funzione in più.

Come beneficiare del bonus trasporti
Da ora in poi non sarà più necessario fare domanda per il bonus trasporti: come ottenerlo – ascoli.cityrumors.it

Infatti, con l’arrivo del nuovo sussidio, gli interessati al bonus trasporti non dovranno più procedere a nessun tipo di domanda in quanto questo verrà accreditato in maniera totalmente automatica. Insomma, una grande agevolazione per coloro che si perdono tra incartamenti vari. Ma vediamo di scoprire insieme in che modo si può utilizzare l’incentivo con la Carta dedicata a te.

Come ottenere il bonus trasporti senza fare nessuna domanda

Prima di spiegare nel dettaglio tutto ciò che bisogna sapere sull’argomento, è molto importante fare una precisazione. La Carta dedicata a te non deve essere confusa con il bonus trasporti di 60 euro che nel 2023 poteva essere richiesto da coloro che avevano un reddito che non supera i 20.000 euro. Infatti, tale agevolazione nell’anno in corso non è stata rinnovata. I 500 euro messi a disposizione con la Carta dedicata a te, però, possono essere utilizzati anche per l’acquisto di abbonamenti per i mezzi pubblici, in quanto si tratta di spese che rientrano nella lista di quelle consentite.

Come funziona la Carta dedica a te
La Carta dedicata a te può essere utilizzata anche per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi di trasporto – ascoli.cityrumors.it

Altra novità positiva da aggiungere è che non vi sarà nessun Click Day per ottenere il pagamento del nuovo bonus trasporti, poiché verrà assegnato in maniera automatica a patto che le famiglie soddisfino alcuni requisiti. L’unica cosa da fare è aspettare l’arrivo della Carta dedicata a te nel caso in cui si abbia intenzione di usare la cifra messa a disposizione per acquistare abbonamenti ai mezzi pubblici di trasporto.

Quindi, in base a come abbiamo potuto vedere, ci sono delle differenze tra l’agevolazione in questione e quella dell’anno passato: nel 2023 poteva essere utilizzata soltanto per l’acquisto di generi alimentari; in seguito all’aumento dei prezzi del carburante, tuttavia, fu aggiunta un’ulteriore ricarica proprio per fare il pieno ai propri veicoli o per acquistare abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblici. E così, accanto ai 382,50 euro del primo pagamento, ne furono aggiunti altri 77,20 per compensare l’acquisto di carburante o abbonamenti.

Ad avere la possibilità di usufruire della Carta dedicata a te sono tutte quelle famiglie il cui ISEE non supera i 15.000 euro e che non hanno altri sostegni statali. Nel momento in cui è stata presentata la nuova versione dell’agevolazione, infine, sono stati condivisi anche i dettagli. Dunque, veniamo a conoscenza del fatto che le famiglie che ne andranno a beneficiare aumenteranno a 1 milione e 330 mila e che questa volta l’importo sarà di circa 500 euro.

Impostazioni privacy