Fisco, non tutti possono avere la rateizzazione

Attenzione a fare debiti perché non sempre viene concessa la possibilità di pagare a rate. Vediamo chi non può rateizzare.

Nonostante il Governo di Giorgia Meloni cerchi di andare incontro ai debitori intenzionati a regolarizzare la propria situazione con il Fisco, non sempre si possono rateizzare i propri debiti. Vediamo tutto nei dettagli.

debiti non rateizzabili
Non tutti i debiti si possono rateizzare -(foto Ansa)- Ascoli.cityrumors.it

Il Governo in carica sta cercando, attraverso nuove misure, di recuperare gran parte delle somme evase nel corso degli anni. Attraverso la definizione agevolata, ad esempio, il Fisco recupera il recuperabile e il debitore che aderisce a questa misura ha il vantaggio di poter pagare a rate il suo debito senza il peso di sanzioni e interessi.

Poter rateizzare i propri debiti è un indubbio vantaggio e permette a molti di non incorrere nell’incubo del pignoramento della propria casa o del conto corrente o dello stipendio o della pensione. Però non bisogna cadere nell’errore di fare debiti con tranquillità nella convinzione che, intanto, poi si può pagare tutto a rate perché non è assolutamente così: alcuni debiti non possono mai essere rateizzati.

Debiti: in questi casi non puoi rateizzarli

Se pensavi che tutti i debiti fossero rateizzabili, sappi che sbagliavi. la rateizzazione, in molti casi, non viene concessa. vediamo quali sono le situazioni in cui devi pagare tutto d’un fiato senza la possibilità di dilazionare.

quando non puoi rateizzare i debiti
In questi casi non ti è concesso rateizzare i tuoi debiti/Ascoli.cityrumors.it

Il Governo di Giorgia Meloni, con rottamazioni e stralci, sta cercando, da un lato, di semplificare l’iter di recupero dei debiti cercando di far rientrare nelle casse dello Stato almeno parte delle somme evase negli anni scorsi; dall’altro lato l’obiettivo è anche quello di agevolare i contribuenti che davvero dimostrano di voler regolarizzare la propria situazione con il Fisco.

La maggior parte dei debiti  possono essere pagati a rate concordando un piano di rientro con l’Agenzia delle Entrate Riscossione. Tuttavia non sempre ad un debitore è data l’opportunità di dilazionare i pagamenti. Per prima cosa bisogna sapere che sono gli enti creditori a decidere a chi affidare il compito di recuperare i debiti.

Pertanto se l’ente con cui tu hai debiti decide di affidare la riscossione ad un agente diverso dall’Agenzia delle Entrate Riscossione potresti non avere la possibilità di rateizzare semplicemente perché l’agente in questione non prevede questa opzione. Non puoi chiedere la rateizzazione se hai aderito alla rottamazione Ter o al saldo e stralcio e poi non hai pagato regolarmente le rate che erano state stabilite.

Infine la rateizzazione è preclusa a coloro che hanno cartelle esattoriali decadute per mancanza del  pagamento delle rate se la richiesta di rateizzazione è stata presentata a partire dal 16 luglio 2022. Per i piani di dilazione richiesti fino al 15 luglio 2022, invece è possibile rateizzare nuovamente il debito a condizione di pagare per intero – prima della richiesta della nuova rateizzazione – la somma che corrisponde all’importo delle rate scadute.

Impostazioni privacy