Risolvi i tuoi problemi col Fisco grazie a questa procedura facile entro il 31 maggio

Per risolvere ogni problema con il Fisco bisogna adempiere al pagamento di una procedura entro il 31 maggio. Ecco di cosa si tratta.

È sempre più vicina la data del 31 maggio, ossia l’ultimo giorno utile per pagare il provvedimento per fare in modo che si possa essere in pace con il Fisco. Effettuare tale versamento è molto importante, andando a regolarizzare la propria posizione.

La scadenza del 31 maggio per sistemare tutto con il Fisco
Qual è il pagamento da effettuare entro il 31 maggio per non avere più problemi con il Fisco – ascoli.cityrumors.it

Insomma, tra circa 15 giorni gli italiani dovranno procedere al pagamento dell’importo dovuto, così da poter finalmente risolvere i propri problemi con il Fisico. Ma vediamo insieme di cosa si tratta e a quali procedure si fa riferimento.

Come risolvere i problemi con il Fisco una volta per tutte

Si avvicina la scadenza del 31 maggio per accedere al provvedimento che dà la possibilità di regolarizzare tutte le dichiarazioni riguardo al 2022 e agli anni precedenti, andando così ad ottenere delle sanzioni ridotte.

Cosa fare per mettersi in pari col Fisco
Come si compila il modello F24: niente più problemi col Fisco – ascoli.cityrumors.it

È stato il decreto legge numero 39/12/2024 a fissare questa data. In base alle novità inserite, i contribuenti dovranno quindi procedere alla rimozione di ogni irregolarità e omissione e pagare le cifre dovute entro la fine del mese. Due sono le modalità che possono essere utilizzate:

  • La prima è quella di versare la somma in un’unica soluzione se si accede al provvedimento speciale per il 2022, oppure procedere con il primo pagamento di quattro rate se si opta per la rateizzazione;
  • La seconda è quella di pagare la cifra completa se si entra nel provvedimento originale, o procedere alla rateizzazione con un totale 5 rate.

Ai versamenti seguenti verrà applicato un interesse del 2% annuo. Secondo ciò che leggiamo sul portale dell’Agenzia delle Entrate, per effettuare il pagamento bisogna riferirsi alle istruzioni che si trovano nella risoluzione numero 6 del 2023, al cui interno troviamo i codici tributo da applicare caso per caso che devono essere utilizzati al momento della compilazione del modulo.

In base al tipo di violazione che si andrà a sanare attraverso il ravvedimento speciale, è necessario inserire nel modello F24 il codice tributo nella sezione specifica per il tipo di versamento. Invece, nel campo di riferimento si deve aggiungere il periodo di imposta relativo alla violazione. I contribuenti che pagheranno in forma rateale dovranno poi compilare anche i campi seguenti andando ad indicare la quantità di rate e la cifra complessiva.

Impostazioni privacy