Se prendi questi farmaci devi verificare subito la tua tolleranza e quando è il caso di preoccuparsi: si rischia grosso

Quando si decide di prendere alcuni farmaci bisogna verificare subito la tolleranza perché ci sono alcuni casi in cui c’è da preoccuparsi: ecco che cosa sapere.

Quando si usa ripetutamente un medicinale il corpo di ogni essere umano potrebbe sviluppare una tolleranza. Si tratta di una condizione che potrebbe spingere le persone ad assumere delle dosi più alte del farmaco oppure passare a un farmaco diverso per ottenere i medesimi benefici.

tolleranza ai farmaci
Se prendi questi farmaci verifica subito la tua tolleranza – ascoli.cityrumors.it

È possibile sviluppare una tolleranza ai farmaci, indipendentemente dal loro scopo. In ogni caso, però, ci sono diverse soluzioni che potrebbero essere prese in considerazione come quella di contattare il proprio medico curante che di conseguenza potrebbe decidere il piano di cure e rivalutare il trattamento, magari riducendo l’incidenza del farmaco oppure optando per un altro medicinale. In alcuni casi però ci si deve preoccupare.

Tolleranza ai farmaci: ecco come riconoscerla

La tolleranza ai farmaci deve essere ben distinta dalla dipendenza dai farmaci, le due condizioni sono completamente diverse. Nel primo caso è una risposta naturale dei medicinali, mentre nel secondo caso si parla di disturbo cerebrale cronico, è in pratica una malattia mentale.

Se prendi questi farmaci devi verificare subito la tua tolleranza
I segnali della tolleranza ai farmaci – ascoli.cityrumors.it

La tolleranza a un farmaco ha diverse caratteristiche e segnali. Tuttavia, è una condizione che può diventare preoccupante quando diventa una dipendenza. Gli avvertimenti sono i seguenti:

  • Sensazione che il farmaco abbia smesso di funzionare dopo un uso continuato nel tempo.
  • Necessità di dosi maggiori di un farmaco per ottenere lo stesso effetto.
  • Necessità di interrompere il farmaco, quindi reintrodurlo per ristabilire l’efficacia.
  • Sviluppare una tolleranza ad altri farmaci della stessa classe.
  • Un rischio maggiore di dipendenza quando un farmaco viene utilizzato in dosi maggiori.

La possibilità di sviluppare tolleranza a un farmaco specifico varia da individuo a individuo e dal tipo di farmaco assunto. È noto però che ci sono alcuni farmaci che modificano i livelli di tolleranza e che sono i seguenti: alcool, farmaci allergici, antidepressivi, inibitori delle monoaminossidasi e della ricaptazione della serotonina, antidiabetici, nitrati, antistaminici, ansiolitici, benzodiazepine, farmaci antitumorali, farmaci cardiaci, corticosteroidi, allucinogeni e oppioidi.

Sebbene la tolleranza ai farmaci si verifichi comunemente con l’uso a lungo termine di determinate sostanze, le cause di questo problema non sono ben comprese. È importante in ogni caso seguire la prescrizione medica e non abusare dei farmaci per evitare di sviluppare la tolleranza.

Alcune persone potrebbero avere una tolleranza naturale a determinati farmaci o tipi di farmaci come risultato della genetica. Tuttavia, non è chiaro il motivo per cui altri sviluppano questa tolleranza. Nel corso degli anni sono state fatte diverse teorie sulla causa della tolleranza.