domenica, Ottobre 2, 2022
spot_img
HomePrima PaginaCircolo Nautico Sambenedettese: il Trofeo Riviera delle Palme - 5° Memorial Carlo...

Circolo Nautico Sambenedettese: il Trofeo Riviera delle Palme – 5° Memorial Carlo Aleandri all’imbarcazione Reve de vie dell’armatore Ermanno Galeati

SAN BENEDETTO – L’imbarcazione “Reve de vie” dell’armatore Ermanno Galeati si è aggiudicato il Trofeo Riviera delle Palme di vela – 5° Memorial Carlo Aleandri del Circolo Nautico Sambenedettese.
La vittoria è andata alla barca sulla quale il compianto “Mastro” Carlo era abituato a regatare, com’è stato anche ricordato dal maestro di cerimonie Manrico Urbani nel corso delle premiazioni alle quali hanno partecipato il fratello e il nipote di Aleandri, insieme alla consigliera del Cns delegata alla vela Laura Cennini. Alle spalle di Reve de vie (che ha vinto da poco anche il Campionato Primaverile) si sono piazzate nell’ordine Dario 4 di Maurizio Partenope, Sibilla di Vittorio Palmieri del Sibilla Sailing Team, Poquito di Francesco Gullì, Adrenalina di Bruno Bucciarelli e Franco Gaspari e Giorgia di Eros Antonacci.
Nella categoria Open Spi del Rating Fiv ha primeggiato Miledi di Massimiliano Terenzi su Twins XI di Silvana Lombardi.


Il primo vero caldo primaverile e una brezza tra i 6 e i 9 nodi hanno accompagnato le tre prove, alle quali hanno preso parte otto imbarcazioni, divise tra categoria Orc e rating Fiv.
Il Trofeo Riviera delle Palme “5° Memorial Carlo Aleandri” era valevole come regata nazionale di altura e qualificazione ai Campionati italiani assoluti Orc di Monfalcone, che si disputeranno nel mese di agosto. Gli impegni agonistici del Circolo Nautico Sambenedettese proseguono a ritmi serrati: sabato 21 e domenica 22 maggio si disputerà la Regata dei 4 porti “Trofeo Challenger Andrea Patacca”, che sarà il modo migliore per ricordare il direttore tecnico giuliese scomparso lo scorso anno.
La gara toccherà i quattro porti nei quali Patacca aveva maggiormente lavorato, vale a dire San Benedetto, Giulianova, Civitanova Marche e Porto San Giorgio. A quasi un anno dalla sua scomparsa, il ricordo del direttore abruzzese è sempre forte in tutti coloro che hanno avuto modo di apprezzare il suo modo di lavorare e di avviare i più piccoli alla vela.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES
spot_img

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'

TREND TOPIC