WhatsApp si aggiorna con dei messaggi vocali speciali: ecco come si attivano sul tuo telefono

WhatsApp introduce una vera rivoluzione sulle note vocali: prima d’ora non era mai stato possibile usarle così.

La possibilità di registrare e inviare note vocali ai propri contatti è stata senza dubbio una delle novità più significative introdotte da WhatsApp negli ultimi anni. Questa funzionalità ha infatti permesso di comunicare in maniera rapida ed efficace senza digitare sullo schermo, consentendo quindi di inviare messaggi anche in situazioni in cui abbiamo le mani impegnate o non abbiamo il tempo materiale di comporre un testo scritto.

WhatsApp introduce dei messaggi vocali speciali
WhatsApp sorprende gli utenti con i nuovi messaggi vocali: ecco l’ultima novità – ascoli.cityrumors.it

Da un certo punto in poi però le note vocali sono diventate un vero incubo per moltissimi utenti, che hanno letteralmente cominciato ad odiarle. Il motivo è che in tanti hanno iniziato ad abusarne, inviando messaggi lunghissimi e spesso con diverse pause all’interno di essi. Per rendere più facile la loro fruizione, WhatsApp arrivò a introdurre la possibilità di ascoltare le note vocali a velocità accelerata, in maniera da avere un ascolto più rapido e agevole.

Si potrebbe pensare che Meta voglia in qualche modo regolare o addirittura scoraggiare l’utilizzo di messaggi vocali al posto di quelli classici di testo, ma non è affatto così. Le note rappresentano, a quanto pare, la nuova frontiera della comunicazione via messaggio istantaneo e, per questo motivo, non saranno affatto escluse o progressivamente limitate su WhatsApp. Al contrario, Meta ha deciso di incentivare ulteriormente il loro utilizzo.

WhatsApp, cosa cambia per le note vocali

Come comunicato dal sito WABetaInfo, è in arrivo un aggiornamento che permetterà di inserire negli stati delle note vocali lunghe fino a un minuto. Non si tratta di una novità assoluta, quanto di un aumento della durata massima dei file che gli utenti potranno condividere.

COsa prevede il nuovo aggiornamento di WhatsApp
Cosa prevede l’ultima novità che riguarda i messaggi vocali (e non solo) – ascoli.cityrumors.it

Finora, infatti, era possibile inserire come stato messaggi vocali e brevi video di, al massimo, trenta secondi. Se il file da aggiungere era più lungo, si potevano creare varie storie in successione, dividendo di fatto la durata complessiva dell’audio o del video in diversi segmenti. A quanto pare, quest’operazione non sarà più necessaria e si potranno condividere in un solo stato video e note vocali della durata di un minuto.

Si tratta di una buona notizia? Probabilmente sì, soprattutto considerando che gli sviluppatori della piattaforma tendono ad implementare funzionalità che vadano incontro alle esigenze e alle preferenze espresse dagli utenti. Fortunatamente, però, non è obbligatorio ascoltare o guardare gli stati di WhatsApp della nostra lista contatti, quindi almeno queste note vocali potremo evitarle a piè pari e senza sensi di colpa.

Impostazioni privacy