Home Prima Pagina Associazione Malati Reumatici Marche, nuova sezione attiva a San Benedetto del Tronto

Associazione Malati Reumatici Marche, nuova sezione attiva a San Benedetto del Tronto

160
0

Un mese fa a Jesi sono state costituite due nuove sezioni provinciali di A.Ma.R. Marche ODV, l’Associazione Malati Reumatici delle Marche. Ed è San Benedetto del Tronto la città scelta per la sede del Piceno. Non a caso è stata scelta San Benedetto, proprio dove sono in cura – presso l’Ospedale Madonna del Soccorso – tanti malati affetti da patologie immunoreumatologiche che hanno bisogno di essere supportati e difesi per poter continuare le loro terapie.

La nascita della sede sanbenedettese di A.Ma.R. – di cui è responsabile Daniela Lattanzi, supportata da Ofelia Cossignani e Candida Esposito – rafforza quindi la presenza sul territorio piceno delle Associazioni che operano in difesa delle malattie reumatologiche, come il GILS (Gruppo italiano per la lotta alla sclerodermia), con cui A.Ma.R. Marche ODV continua a collaborare a favore di malati che, proprio perché affetti da malattie rare, hanno ancora più bisogno di supporto.

Sono già due le richieste formali portate avanti dalla nuova sezione A.Ma.R. di Ascoli Piceno con sede a San Benedetto del Tronto.

La prima, sottoscritta anche da GILS e ANMAR, per segnalare all’ASUR le criticità di assistenza al malato reumatico nell’Area Vasta 5, in particolare quelle relative ai malati di sclerosi sistemica. Criticità esistente già da alcuni anni, più volte segnalata e aggravata dalle misure rese necessarie nell’ultimo anno per l’emergenza Covid 19. “In particolare – si legge nella lettera ufficiale – allo stato attuale risulta sempre più difficile garantire a questi pazienti un’adeguata presa in carico e soprattutto la continuità terapeutica”. Nonostante le rassicurazioni ricevute in più occasioni da parte della Direzione medica del Presidio ospedaliero di San Benedetto, di fatto la situazione non è stata ancora definitivamente risolta”. Solo grazie all’impegno del personale medico ed infermieristico e si è riusciti finora a far fronte alla situazione.

Con la seconda richiesta al Direttore dell’Area Vasta 5 Dott. Milani e al Direttore del Presidio ospedaliero Dott. Viviani, è stata chiesta l’autorizzazione per i volontari a prestare la propria opera a sostegno dei malati reumatici presso l’Ospedale di San Benedetto del Tronto, in particolare presso l’UOC Medicina interna diretta dal Dott. Santori e presso l’UOS Immunoreumatologia – responsabile Dott. Rasetti.

E se due richieste sono già state formalizzate dell’Associazione dopo un solo mese dalla costituzione della sede sanbenedettese, tante sono ancora le attività che saranno portate avanti, in particolare in vista dell’autunno. Tutto al servizio delle persone affette da malattie reumatologiche e a difesa dei loro diritti.