Promettevano di cancellare i debiti, ma era una truffa

Dopo diverse denunce da persone che pensavano di essere state truffate, la Guardia di Finanza si è messa a indagare e ha trovato alcuni profili di professionisti che non era limpidi

Truffati da persone insospettabili. Tante persone si sono ritrovate senza soldi e senza la possibilità di recuperarli perché si sono affidate a persone che ritenevano di fiducia. E così hanno denunciato. Tanti l’hanno fatto senza mettersi d’accordo e dopo si sono ritrovati in un gruppo di persone che avevano subito lo stesso trattamento. Non è rimasta a guardare la Finanza di Fermo che, dopo attente indagini durate mesi, ha portato a termine due distinte operazioni che sono state eseguito e rilasciate Procura della Repubblica.

Le indagini
Due agenti della Guardia di Finanza che indagano (Ansa Ascolicityrumors.it)

Nel primo caso, i militari della Fiamme Gialle hanno trovato e ripercorso quasi all’indietro le operazioni che avevano fatto i due colpevoli contro le persone che si erano rivolte e a loro e hanno così ricostruito ed individuato un vero e proprio sistema volto a truffare che era stato messo in piedi da un avvocato di Ascoli Piceno al quale diversi clienti si erano rivolti cancellare dei debiti di migliaia di euro. Ma dagli accertamenti effettuati dai finanzieri si è venuto a sapere che questo avvocato aveva creato una società finta, intestata a una persona che viveva ad Ascoli che i clienti pensavano fosse il creditore, ma in realtà era l’avvocato che in quel modo si faceva dare i soldi che i clienti pensavano servissero per estinguere il debito. Una beffa nella beffa.

La Finanza ha potuto bloccare i due professionisti e denunciarli

Il raggiro
Ci sono tante truffe che vengono fatte ogni giorni e tante persone che ci cascano (Ansa Ascolicityrumors.it)

 

Una volta accertato e accettato l’accordo transattivo, i clienti che pensavano di fare il bonifico all’ente creditore sull’Iban indicato dal proprio avvocato, ben due distinti bonifici a saldo del proprio debito, in realtà lo facevano a questa società che poi era intestata all’avvocato stesso, ricevendo così somme in modo illecito e truffando i proprio clienti che credevano di pagare così il loro debito.

La seconda indagine che i finanzieri di Fermo hanno portato avanti si è attivata grazie alle denunce delle persone che ritenevano di essere state truffate. Alcune ditte, pensando di fare due polizze fideiussorie a garanzia dell’esecuzione di lavori edili, avevano chiamato un broker di San Benedetto del Tronto il cui compito principale era quello di provvedere a fare contratti con una società assicurativa estera. Ma anche qui, con una società fittizia e con un falso iban, girava i soldi direttamente a lui. Due operazioni che sono state cancellate dalla Finanza, ma ce ne sono tante altre a cui si sta lavorando.

Impostazioni privacy