Crisi immobiliare, è un problema per tutti

La crisi immobiliare diventa un problema per tutti: i prezzi delle case aumentano e i tagli dei tassi diventano sempre meno probabili.

Per una particolare tipologia di persone sembrano arrivare veramente brutte notizie da parte del mercato immobiliare. Comprare casa, come in molti sanno, non è mai facile, specialmente per i più giovani, ma con i tassi più alti del previsto la situazione diventa ancora più complicata e scoraggiante.

la crisi immobiliare è un problema
Crisi del mercato immobiliare, taglio dei tassi difficile (foto: pixabay.com) – acoli.cityrumors.it

Stando alle ultime notizie, sembra che in questa particolare zona sia pronta ad arrivare una nuova crisi immobiliare, causante non soltanto un aumento dei prezzi ma, anche, l’impossibilità di tagliare i tassi. 

Sicuramente una brutta situazione, considerando come la casa sia una questione primaria per vivere dignitosamente. Le notizie non sembrano essere per nulla incoraggianti, ecco perché e di quale mercato si sta parlando nello specifico.

Nuova crisi immobiliare in arrivo? Il taglio dei tassi sembra essere sempre più lontano

Stando a quanto riportato dal sito investireoggi.it, a quanto pare nuovi numeri pare preannuncino una imminente nuova crisi del mercato immobiliare negli Stati Uniti. L’indice Case-Shiller per il mese di febbraio è infatti salito del 6,4% su base annua, il doppio se si pensa al tasso d’inflazione.

crisi immobiliare stati uniti
I dati del mercato immobiliare statunitense non sembrano promettere nulla di buono (foto: pixabay.com) – acoli.cityrumors.it

Numeri non di certo incoraggianti e che potrebbero peggiorare di mese in mese, considerando come il mercato immobiliare statunitense sembra non mostrare alcun segno di rallentamento; data la situazione, a giugno non verrà effettuato nessuno taglio dei tassi di interesse e, molto probabilmente, per gli investitori non arriverà nemmeno successivamente.  Sembra molto difficile infatti che possa arrivare non soltanto a settembre, ma proprio in questo 2024; un primo allentamento monetario, stando ai contratti derivati, dovrebbe verificarsi per lo 0,25% il prossimo novembre, ma pare anche che sia destinato ad essere l’unico per tutto il 2024.

Sempre secondo quanto riportato, quindi, il mercato immobiliare  si starebbe rivelando meno sostenibile degli anni precedenti alla crisi dei mutui subprime e, in contesti de genere, il taglio dei tassi appare sempre abbastanza rischioso, anche se con tassi così alti il costo finale per un immobile rischia di diventare altissimo e dunque insostenibile per molte famiglie. Per evitare che il mercato crolli, pare sia inevitabile un intervento di correzione del mercato da parte della Federal Reserve.  In tutto questo, molti cittadini americani aspettano con ansia che la situazione migliori.

 

Impostazioni privacy