Mutui: perché adesso tutti passano a quelli green e dovresti farlo anche tu

I mutui green sono la moda del momento e convengono molto: scopriamo per quali motivi e come approfittarne al meglio.

L’escalation dei mutui “verdi” è legata alla Direttiva Case Green dell’Unione Europea e alla spinta verso la transizione ecologica per raggiungere un obiettivo su tutti: far diventare l’Europa il primo continente a zero emissioni entro il 2050.

Mutui green, cosa sono e perché convengono
Mutui green, cosa sono e perché convengono (Ascoli.cityrumors.it)

L’Unione Europea ha le idee chiare su come agire per il prossimo futuro. Energie rinnovabili, macchine ecologiche, abitazioni con pochissime o zero emissioni. Il domani è verde, dunque, ma a quale costo? Ad un prezzo molto alto per i governi dei Paesi membri dell’UE ma anche per i cittadini, o meglio i proprietari di immobili. La Direttiva Case Green, infatti, impone dei traguardi da raggiungere per non far svalutare la propria abitazione.

I primi sono la riduzione del consumo di energia del 16% entro il 2030 e del 20/22% entro il 2035. Come si traduce tutto questo? In interventi di riqualificazione energetica per il 70% degli edifici presenti in Italia (ossia quelli che si trovano in classe F o G). Lavori alquanto onerosi, da 35 a 60 mila euro in base alle migliorie da adottare e alla grandezza della casa. Da qui l’interesse per i mutui green.

Cosa sono i mutui green e perché convengono

I mutui green sono finanziamenti richiedibili da chi vuole migliorare l’abitazione dal punto di vista energetico. Il fine dei lavori è aumentare la classe della casa almeno fino alla B. Il vantaggio di questi mutui è l’accesso a tassi di interesse ridotti pure al 50% rispetto quelli tradizionali. Inoltre il rapporto Loan-to-value è più favorevole, con conseguenti importi finanziari dalle banche più alti e concessioni del credito più semplici. L’ipoteca sulla casa, infatti, costituirà una garanzia molto solida per l’istituto di credito.

La convenienza dei mutui green
Mutui green per una classe energetica più alta: perché sempre più cittadini li preferiscono (Ascoli.cityrumors.it)

C’è di più. Per le banche è un vantaggio che gli immobili abbiano un’alta efficienza energetica perché significa una riduzione dei costi, con conseguente minor rischio di insolvenza e aumento del valore dell’abitazione nel tempo. I mutui green si possono richiedere sia per ristrutturare una casa con l’obiettivo di migliorarne l’efficienza energetica, sia per costruire un’abitazione di classe B o superiore.

Condizione necessaria in caso di ristrutturazione è che i lavori portino un incremento almeno del 30% delle prestazioni energetiche. Chiedendo questa tipologia di mutuo si risparmieranno circa 20/30 punti base con picchi di 60. Uno sconto green che si traduce in un risparmio di 400/500 euro all’anno su un finanziamento di 140 mila euro. Ecco perché l’interesse verso i mutui “verdi” è in forte crescita.

Impostazioni privacy