Pensione con Opzione Donna: come funziona nel 2024 con le novità appena introdotte

Nel contesto di Opzione Donna, è importante conoscere le ultime novità comunicate dalla circolare Inps. Ecco come funziona nel 2024.

Di Opzione Donna, ovvero di uno dei percorsi possibili per poter ottenere – a patto di rispettare i requisiti richiesti di anno in anno – la pensione anticipata, se ne parla da tempo. E nell’ultimo periodo i riflettori sono stati nuovamente puntati su questo specifico regime sperimentale.

Opzione Donna 2024, i requisiti e le novità
Cosa prevede la circolare Inps con i dettagli di Opzione Donna 2024 (ascoli.cityrumors.it)

Ciò è avvenuto in particolare a seguito della diffusione, da parte dell’Inps, di un’apposita circolare contenente una serie di dettagli e novità. Informazioni che chiunque sia interessato ad utilizzare tale strumento per interrompere l’attività lavorativa deve necessariamente conoscere.

Nuovi aggiornamenti su Opzione Donna 2024: la circolare Inps

La circolare in questione è la numero 59, resa nota in data 3 maggio, ed in essa sono sostanzialmente contenute le informazioni aggiornate per poter accedere, nel 2024, ad Opzione Donna. Ricordiamo anzitutto che l’ultima legge di bilancio ha prorogato il regime anticipato di un altro anno, a patto di aver maturato entro il 31 dicembre 2023 i requisiti necessari.

Chi può accedere a Opzione Donna 2024
La platea dei beneficiari di Opzione Donna 2024 è stata ristretta (ascoli.cityrumors.it)

Ma anche che la platea di possibili richiedenti si è fortemente ristretta non tanto per quanto riguarda le prerogative anagrafiche e contributive ma per quanto concerne le categorie dei beneficiari. L’accesso è consentito con almeno 35 anni di anzianità contributiva ed un’età anagrafica di almeno 61 anni. Al momento della domanda, però, bisogna trovarsi in una condizione di svantaggio tra quelle incluse nella circolare Inps.

Prima di elencarle è bene sottolineare che anche i periodi assicurativi maturati all’estero possono, in diversi casi, andare ad alimentare il montante contributivo per il raggiungimento del requisito minimo. Inoltre, viene a ridursi di un anno per ogni figlio (per un massimo di due anni) il limite anagrafico, pertanto per le donne con almeno due figli è possibile andare in pensione a 59 anni.

Ma quali sono le categorie che hanno il diritto di accesso ad Opzione Donna 2024? Devono essere caregiver che da almeno sei mesi assistono un coniuge, unito civilmente, o un parente di primo grado convivente (oppure di secondo grado in specifici casi) con una disabilità grave.

Possono accedere anche le donne con una disabilità ed una riduzione della capacità lavorativa accertata da una commissione Inps pari o superiore al 74%. Lo stesso vale per le lavoratrici dipendenti o licenziate, a patto che sia attivo, dal 1° gennaio 2024, un tavolo di confronto ministeriale e che il licenziamento sia stato intimato nel periodo compreso tra le date di apertura e chiusura dello stesso.

Impostazioni privacy