TFR lasciato in azienda e penalizzazione sull’anticipo: la verità sugli importi che si ricevono

Hai riscontrato delle penalità sul TFR ottenuto? C’è qualcosa che dovresti sapere al riguardo: capirai meglio.

Il TFR, o trattamento di fine rapporto, rientra fra i principali diritti dei lavoratori. Viene concessa una parte di retribuzione al dipendente dopo l’allontanamento e ciò va effettuato dal datore di lavoro, come sappiamo. Si tratta di un ottimo modo per sostenersi nei mesi successivi, in attesa di poter trovare un’altra postazione di lavoro. Per cui è molto importante tenere a mente questa facoltà e applicarla quando è possibile.

Come evitare che il TFR subisca delle penalità
In quali casi si rischia che il TFR subisca delle penalizzazioni? – Ascoli.cityrumors.it

Ma come funziona di preciso? il TFR viene calcolato sempre e comunque in una maniera. Si ottiene sommando, per ciascun anno di servizio si intende, una quota non superiore all’importo della retribuzione dovuta all’anno corrente. Poi viene divisa per 13,5 per poter avere la somma finale. Questa cifra subirà una rivalutazione dell’1,5% su un valore pari al 75% dell’aumento dei prezzi al consumo verificati dall’ISTAT.

TFR, quando avviene la penalizzazione e per quale motivo: a cosa prestare attenzione

Attualmente è possibile richiedere un anticipo sul TFR alla propria società. L’unico requisito è che il dipendente, prima di arrivare a farlo, abbia compiuto almeno 8 anni di anzianità. Questo non può essere superiore al 70% del TFR totale, ed è possibile ottenerlo soltanto una volta. Eppure bisogna fare attenzione ad un aspetto importante: non è sempre tutto rosa e fiori. Ad un certo punto, infatti, si può rischiare di ricevere una penalizzazione inevitabile.

Perché il TFR viene penalizzato
C’è un motivo preciso per cui il TFR può essere penalizzato – Ascoli.cityrumors.it

Il datore di lavoro deve applicare una trattenuta da versare entro il giorno 16 del mese successivo con un modello F24. E avviene quando il dipendente, che sia un TFR anticipato o meno, decide di avvalersi del diritto come da norma. Questo versamento sottrae una parte del TFR dal totale, che si trasforma in un credito da dare come trattenuta. Quindi, non è una cifra che viene consegnata e basta come si pensa.

La penalità non è troppo ingente e varia a seconda della somma calcolata. Gli importi, come è possibile dedurre, sono sempre diversi fra loro. Ma non ci sarà troppo di cui preoccuparsi, e per fortuna è tutto regolare in questo caso.

Non ci sono altre informazioni molto rilevanti sul TFR. Tuttavia, vi consigliamo ugualmente di rimanere aggiornati su tale argomento, in quanto potrebbe cambiare con il passare del tempo. Normative del genere, a volte, possono subire delle modifiche inaspettate.

Impostazioni privacy