Nuova truffa telefonica, fingono di essere della Tim e parte la frode: come riconoscerla e cosa fare

Emerge una nuova truffa telefonica a cui fare molta attenzione. I malviventi hanno messo in moto uno stratagemma per puntare ai vostri risparmi. Qual è il subdolo metodo che sta dilagando?

Negli ultimi tempi è emersa una nuova truffa che si diffonde principalmente attraverso comunicazioni telefoniche. Questa frode rappresenta una minaccia per le persone che possono cadere vittime di inganni ingegnosamente architettati.

Emerge una nuova truffa telefonica
Attenzione alla nuova truffa telefonica (Ascoli.cityrumors.it)

I malfattori utilizzano tecniche di manipolazione per indurre gli utenti a rivelare informazioni sensibili, personali o finanziarie. La conoscenza è il metodo migliore per proteggersi. Proseguite, quindi, nella lettura dell’articolo: vi sveleremo il funzionamento di questa truffa telefonica, inoltre vi forniremo consigli su come evitare gravissimi danni e segnalare il reato alle autorità competenti.

Truffa telefonica, i malfattori si fingono operatori della Tim: ecco cosa vi diranno

Come funziona, dunque, la nuova truffa telefonica? Verrete contattati tramite chiamata da un numero che  apparentemente sembra legittimo. I truffatori faranno di tutto per convincervi a dargli informazioni personali o addirittura ad effettuare trasferimenti di denaro puntando sulla vostra emotività e il senso di paura.

In che modo riconoscere la nuova truffa telefonica
Come riconoscere la nuova frode che mira ai risparmi dei malcapitati (Ascoli.cityrumors.it)

Vi diranno che la vostra offerta Tim è in scadenza o già scaduta. Vi metteranno fretta in modo che possiate agire in maniera poco oculata. Inoltre, aggiungeranno motivi di stress – come la finta informazione che sarete costretti a pagare molto di più dal prossimo mese, fatto aggirabile tramite la stipula di un contratto migliore. Gli utenti più sprovveduti cadranno nel tranello.

Questo tipo di frode viene raggruppata sotto il nome di phishing, ossia la tecnica di inviare comunicazioni (tramite telefonate, email, sms, ecc.) apparentemente legittime, fingendosi aziende o enti rinomati. Lo scopo è quello di ottenere il numero della carta di credito o la password per accedere ai conti dei malcapitati e prosciugare tutti i loro risparmi.

La truffa telefonica che abbiamo preso in esame potrebbe verificarsi con delle piccole differenze, come il fingersi un altro operatore, non necessariamente legato alla Tim. In che modo smascherare la frode? Provate voi a fare delle domande all’interlocutore. Chiedete di elencarvi i vostri dati e i dettagli dell’offerta, i vincoli del contratto, la data di sottoscrizione, il codice utente, ecc. Prendetelo in contropiede.

Spesso non sapranno rispondere o, addirittura, riattaccheranno. Se vi rendete conto che la chiamata in corso è sospetta, non sottoscrivete nulla al telefono e bloccate immediatamente il numero. Ottima norma sarebbe quella di contattare immediatamente la polizia postale e segnalare l’accaduto, in modo da preservare altri utenti in futuro.

Impostazioni privacy