Dramma Ascoli retrocede in C, tensione altissima tra Pulcinelli e i tifosi

La squadra di Carrera vince all’ultima giornata con il Pisa, ma non basta. Ora la gente spera nella cessione della società

Ascoli si era letteralmente fermata. C’è la gara con il Pisa e le altre gare da seguire per sperare in un miracolo che però non c’è stato. Alla fine la squadra bianconera è riuscita a battere la formazione toscana, ma è stato un successo che non è valso a nulla, perché la vittoria della Ternana e quella del Bari hanno fatto sì che l’Ascoli, a causa del pessimo cammino stagionale e soprattutto delle ultime partite, retrocedesse in serie C. Una dramma sportivo per una città intera che ci aveva sperato e che dopo nove anni di serie B e con la speranza di andare nella massima serie si trova invece costretta ad andare ancora più giù.

La contestazione
I tifosi dell’Ascoli hanno contestato ferocemente il presidente Pulcinelli (Facebook ascolicityrumors.it)

 

Un peccato per una città che aveva sognato e si era entusiasmata per i bersaglieri, con tanto di arrivo del presidente Giorgia Meloni, si pensava potessero essere anche di buon auspicio, ma la verità è che la squadra si era mossa male nelle ultime gare andando a sciupare occasioni importanti per non essere relegata in questa lotta che l’ha vista soccombere. C’è da dire che l’atmosfera non era delle migliori nemmeno prima, soprattutto nei confronti della società. Nella notte c’erano stati pesanti striscioni contro il presidente Pulcinelli, perfino un manichino impiccato. Un monito e una contestazione pesante. L’aria insomma, non è delle migliori.

Aria pensate e di contestazione: la gente vuole la cessone del club

 

La cessione
L’Ascoli adesso dovrà fare delle scelte (Facebook ascolicityrumors.it)

 

Una situazione complicata, anche perché la piazza adesso se la sta prendendo con il presidente Pulcinelli. Alcuni rumors sostenevano (e sostengono tuttora) che avrebbe voluto vendere, ma sperando che la squadra restasse in serie B anche per avere più peso commerciale e più solidità dal punto di vista finanziario, ora con la retrocessione si può fare lo stesso ma è inevitabile che l’Ascoli ora vale meno rispetto a prima.

La gente non fa che contestare, almeno la maggior parte, non tutta e sullo sfondo ci sarebbero tante manifestazioni d’interesse ma che ancora non si sono concretizzate in modo ufficiale. La più concreta è quella che porterebbe alla Metal Coat, ma tra le parti, al di là della manifestazione d’interesse come l’ha chiamata Pulcinelli, non c’è stato più nulla. A breve se ne saprà di più.

Impostazioni privacy